Quattro indagati per l'operaio folgorato a Loano - IVG.it
Accuse

Quattro indagati per l’operaio folgorato a Loano

I quattro sono accusati di omicidio colposo

Savona - Tribunale

Loano. Sono quattro le persone iscritte nel registro degli indagati da parte del sostituto procuratore della Repubblica Giovanni Battista Ferro per la morte di Matteo Zenari, l’operaio dell’Enel morto ad agosto di due anni fa mentre sostituiva un contatore in un’azienda agricola di via Sant’Andrea a Loano.

I quattro (il responsabile territoriale della rete di Piemonte e Liguria; il responsabile Enel per Savona; il responsabile dell’unità operativa di Finale e preposto della vittima; il capo squadra Enel intervenuto a Loano) sono accusati di omicidio colposo, aggravato dal mancato rispetto delle norme di sicurezza che i tecnici devono mettere in atto per evitare la sostituzione dei contatori, cosa che nel caso di Loano era avvenuta senza togliere tensione all’impianto.

Secondo gli inquirenti, i superiori di Zenari non avrebbero effettuato la valutazione dei rischi e non avrebbero sovrinteso e vigilato ai lavori dell’operaio specializzato. Lo stesso operaio avrebbe dovuto eseguire il lavoro non in tensione visto lo spazio ristretto e umido in cui stava lavorando. Inoltre, il giovane stava lavorando senza tutte le necessarie protezioni isolanti.

leggi anche
  • Cronaca
    Morte Matteo Zenari, i sindacati chiedono incontro urgente ad Enel
    Operaio Enel al lavoro
  • Cronaca
    Morte Matteo Zenari, disposta l’autopsia: indagine interna di Enel
    matteo zenari
  • Cronaca
    Morte Matteo Zenari, cordoglio su Facebook: “Non si può morire così a 28 anni!”
    facebokk morte zenari
  • Cronaca
    Tecnico Enel folgorato, domani l’autopsia: proseguono le indagini sulla tragedia
    matteo zenari
  • Cronaca
    Loano, non ce l’ha fatta il tecnico Enel rimasto folgorato: aperta inchiesta
    matteo zenari

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.