L'idea

Un cimitero per animali ad Albenga, la proposta lanciata da Eraldo Ciangherotti

Una regolamentazione europea di fatto prevede questa possibilità

cimitero animali

Albenga. A lanciare la proposta è il consigliere di minoranza Eraldo Ciangherotti (Forza Italia): un cimitero comunale per gli animali domestici, in cui far riposare cani, gatti, canarini e tutti quegli animali che ci fanno compagnia, Albenga può permetterselo.

“Sono convinto che la cosa piacerebbe a tanti proprietari di animali da compagnia”, dice il consigliere  di opposizione. Un’idea che già altrove ha avuto successo. Nella vicina Imperia era stata proposta dalla consigliera del suo stesso partito Piera Poillucci: aveva chiesto che gli animali potessero entrare al cimitero. L’assessore ai Servizi Cimiteriali Pino De Bonis e il resto della maggioranza l’avevano condivisa e il consiglio comunale aveva dato l’ok. Nel Savonese analoga idea era stata lanciata da Roccavignale.

Ora la stessa cosa potrebbe toccare ad Albenga. “L’idea di normare la materia dei cimiteri per gli animali è stata molto sentita da tutti i presenti – spiega Ciangherotti – E questo ha un’importanza davvero significativa perché avvicina sempre di più le istituzioni ai sentimenti e agli affetti dei cittadini. E’ rilevante, infatti, il dato che vede la maggioranza dei liguri possessori di uno o più animali domestici. Che siano essi gatti, cani, cavalli, criceti o conigli: è impossibile, per molte persone, rinunciare alla loro compagnia e a quell’affetto incondizionato che solo loro sanno donare”.

Per questo, una normativa giuridica che regolarizzi la creazione di cimiteri per animali è, ormai, sempre più necessaria. Potrebbe essere Albenga la prossima cittadina a legiferare in materia, così come prevede una regolamentazione europea che, di fatto, istituisce questa possibilità.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.