Teatro Ambra di Albenga gremito per il Festival "Su la testa" - IVG.it
Che musica

Teatro Ambra di Albenga gremito per il Festival “Su la testa”

Ad aprire si è presentato sul palco il giovane The Niro, cantautore romano, molto attento al lavoro di Jeff Buckley

su la testa

Albenga. Seconda serata piena di emozioni, ieri sera, al cinema teatro Ambra, per la decima edizione del Festival Musicale Su La testa.

In una sala nuovamente gremita, infatti, si sono riuniti centinaia di appassionati e fan di Francesco Guccini, il più illustre e famoso fra i cantautori italiani.

Il motivo era la presenza sul palco della sua celeberrima band, i Musici di Francesco Guccini, che da quando il poeta di Pavana ha deciso di appendere la chitarra al chiodo, girano lo stivale riproponendo il suo repertorio storico.

La chitarra di Flaco Biondini, il pianoforte di Vince Tempera e il magico sax di Antonio Marangolo, hanno fatto vivere emozioni mai realmente sopite suonando pezzi indimenticabili come Incontro, Noi non ci saremo, Il vecchio e il bambino, Canzone delle Osterie di fuori porta, La locomotiva.

Il pubblico ha cantato dall’inizio alla fine, senza lasciarli mai soli, i pezzi del “maestrone”, come lo chiama simpaticamente Flaco, che in questa formazione si cimenta anche con il canto.

I Musici si sono spostati poi con i ragazzi dell’Associazione Culturale Zoo, promotrice dell’evento, e con gran parte degli intervenuti, a Palazzo Scotto Niccolari dove fino alle quattro del mattino (senza angoscia, ma con il vino) hanno raccontato aneddoti sulla loro avventura musicale vicino a Francesco.

Sala piena ed emozioni vere, in una serata cha ha fatto capire che sarebbe stata speciale fin dalle prime battute.

Ad aprire si è presentato sul palco il giovane The Niro, cantautore romano, molto attento al lavoro di Jeff Buckley, che ha proposto canzoni molto elaborate ma anche il brano 1969, presentato con successo nella penultima edizione del Festival di Sanremo.

Lo show è continuato con il BassVoice Project di Silvia Barba e Pippo Matino. Il progetto, asciuttissimo dal punto di vista strumentale, ha saputo regalare momenti molto coinvolgenti grazie alla bellissima voce di Silvia e al lavoro fatto dal bravissimo bassista Matino con il suo basso, i suoi effetti e la sua loop station.

Dopo l’intervallo, il teatro Ambra ha ritrovato un vecchio amico: Finaz! Chitarrista funambolico, dalla simpatia travolgente e una carica contagiosa, il musicista della Bandabardò si è esibito in solitaria portando sul palco solo la sua chitarra dalla quale ha tirato fuori le sonorità più disparate riuscendo anche a far ballare il pubblico con un divertentissimo pezzo elettro-dance.

Finaz tornerà sul palco questa sera, stavolta con la Banda al gran completo, in un’ultima serata del festival che si preannuncia di nuovo imperdibile.

A festeggiare i dieci anni di compleanno di Su La testa insieme alla Bandabardò ci saranno infatti: Edoardo Chiesa, selezionato dal Su La Testa Contest, il sarcastico cantautore genovese Malvezzi e la performer attrice musicista romana Mimosa!

Considerata la qualità e l’affluenza delle prime due serate, quest’ultima si preannuncia un degno finale per il festival che ha, finora, saputo festeggiare il suo decimo compleanno nel migliore dei modi.

Si continua, ancora per una notte, a cantare, suonare, bere in compagina dei Ragazzi dell’Associazione Zoo e di Su La Testa, commentando sui social con l’hashtag che ha accompagnato questi tre giorni: #SLTANNIVERSARY.

Per chiunque voglia partecipare alla festa, i pochissimi biglietti rimasti sono in vendita online sul sito eventbrite e presso le librerie San Michele di Albenga e Ubik di Savona.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.