IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: il Vado perde lo scontro tra pericolanti con la Fezzanese risultati

Sull'1 a 0 i rossoblù falliscono un calcio di rigore

Vado Ligure. Fezzanese e Vado sono due squadre che viaggiano nelle retrovie e sono tra le principali indiziate per la retrocessione, insieme a Novese e Castellazzo.

Oggi si sono affrontate al “Luperi” di Sarzana in uno scontro diretto di bassa classifica e il verdetto è stato sfavorevole al Vado, battuto 2 a 1. In sintesi, il risultato rispecchia l’andamento del mercato autunnale: la matricola spezzina si è rinforzata con innesti di valore; i rossoblù ne sono usciti indeboliti.

Fin dalle prime battute sono i padroni di casa a premere sull’acceleratore. Nei primi minuti di gioco Baudi prima viene fermato dal portiere vadese, poi calcia di poco a lato. Ci prova anche Frateschi, sul fondo. I rossoblù sventano un pericoloso contropiede dei locali, ma al 10° si trovano in svantaggio: punizione dal lato corto di sinistra dell’area, Baudi fa partire un fendente con il destro che non lascia scampo a Mosetti Casaretto.

La rete non muta l’andamento dell’incontro: è sempre la Fezzanese ad attaccare. Bertagna da ottima posizione calcia clamorosamente sopra la traversa; poco dopo Rolando, per anticipare un avversario, sfiora l’autogol.

Il Vado, dopo un tiro di Vassallo facile preda per il portiere, si fa notare al 35° su azione di calcio d’angolo, con un potente tiro di Aurelio al quale si oppone Bertagna. Poco dopo Otranto Godano è costretto ad uscire per chiudere lo specchio a Figone. Il primo tempo termina sull’1 a 0 per la Fezzanese.

Nel secondo tempo i rossoblù partono determinati. Al 2° Aurelio impegna in una parata il portiere locale. Al 4° lo stesso ex lavagnese serve Cafferata, che viene atterrato da Valentini: è calcio di rigore. L’esecuzione di Vassallo è potente ma centrale, Otranto Godano respinge.

Poi sono i locali, al 10°, ad andare vicini al raddoppio: Bisio tocca per De Martino che, di fronte al portiere vadese, calcio a lato. Poco dopo Mosetti Casaretto è costretto ad uscire per anticipare Marasco.

Tabbiani effettua due sostituzioni, ma al 19° la Fezzanese segna il 2 a 0. Baudi triangola con Bisio che trova in area Marasco, il cui colpo di testa si infila in rete.

Due minuti dopo il Vado si sblocca: Aurelio va via sulla sinistra e con un diagonale trafigge l’estremo fezzanese.

I verdi provano a tornare sul doppio vantaggio e al 25° Marasco conclude una lunga cavalcata con una botta potente che si stampa sul palo. Due minuti più tardi Mosetti Casaretto respinge in angolo una punizione di Baudi.

Il Vado c’è ancora. Al 39° su una punizione dalla sinistra la palla scorre nell’area della Fezzanese, Guarco sfiora le deviazione. Al 41° Marasco, da poco sostituito, viene espulso dalla panchina.

Nei sette minuti di recupero i rossoblù si gettano in un disperato assalto, nel quale, però, riescono ad andare alla conclusione solamente con Figone, che manda sopra la traversa.

Il Vado si deve rassegnare alla tredicesima sconfitta, la terza consecutiva. Le due posizioni che costeranno la retrocessione diretta sono sempre più vicine.

La Fezzanese allenata da Ruvo, in campo con un 4-4-2, ha giocato con Otranto Godano, Bertagna, Tonelli, Delvigo (s.t. 34° Cavaliere), De Martino, Valentini, Maccabruni (p.t. 40° Mecherini), Biso, Marasco (s.t. 36° Pecchioli), Baudi, Frateschi; in panchina Tognoni, Miglioranza, Cilloni, Grasso, Sassarini, Lorieri.

Il Vado di mister Tabbiani, schierato con un 4-3-3, si è presentato sul rettangolo di gioco con Mosetti Casaretto, Capello, Rolando, Tona, Buono, Rusca, Caorsi (s.t. 24° Albamonte), Figone, Aurelio, Vassallo (s.t. 12° Guarco), Cafferata (s.t. 18° Siciliano); riserve Lucia, D’Ambroso, Parodi, Bottino, Raso, Metalla.

La terna arbitrale, di Siena, era composta dal direttore di gara Fontanini e dagli assistenti Varrà e Vannini.

Il Vado tornerà in campo mercoledì 6 gennaio, quando sarà ospite del Pinerolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.