Savona, il Comune chiede un incontro all'Autorità Portuale: "Salviamo la spiaggia di via Cimarosa" - IVG.it
Lettera

Savona, il Comune chiede un incontro all’Autorità Portuale: “Salviamo la spiaggia di via Cimarosa”

Lettera di Di Tullio, Lugaro e Lirosi a Miazza: "I moli soffolti non hanno funzionato, l'erosione continua"

Savona. Una lettera, firmata dal vicesindaco Livio Di Tullio e da due assessori, Sergio Lugaro (ai Quartieri) e Francesco Lirosi (ai Lavori Pubblici), per chiedere al presidente dell’Autorità portuale Gian Luigi Miazza un incontro in cui programmare gli interventi di difesa dell’arenile. Questo lo strumento scelto dall’amministrazione comunale per affrontare un problema che da tempo ormai tormenta la costa savonese, ovvero la continua erosione della spiaggia nel tratto di via Cimarosa.

“In questi anni – scrivono i tre membri della giunta nella lettera – l’amministrazione comunale anche con l’importante contributo dell’Autorità Portuale ha realizzato numerosi interventi di riqualificazione del litorale. Recentemente abbiamo terminato i lavori in via Cimarosa. In generale riteniamo che litorale e spiagge rappresentino un elemento decisivo nella riconversione turistica della città”.

“Resta evidente – ricordano quindi Di Tullio, Lugaro e Lirosi – il problema della continua erosione della spiaggia a partire da via Cimarosa, che versa in uno stato di importante degrado perdurante fino allo scaletto dei pescatori. Non pare ad una superficiale analisi che i moli soffolti abbiano arrestato l’azione erosiva del mare”.

“Siamo pertanto a richiederLe di promuovere un incontro di approfondimento che veda partecipi Enti e Soggetti che hanno progettato e promosso gli interventi di difesa dell’arenile; l’incontro deve essere finalizzato, partendo dall’esame dei risultati conseguiti, a trovare soluzioni condivise ed idonee al superamento delle problematiche sopra rappresentate”, concludono.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.