IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, la Cri afflitta da misteriosi “disturbi elettromagnetici”: indaga Capitan Ventosa fotogallery

I volontari non sono in grado di utilizzare i telecomandi che aprono le ambulanze e gli strumenti radio per comunicare col 118

Loano. Prima le antenne contestate, poi i “disturbi elettromagnetici” dei volontari. Ha fatto una tappa anche a Loano la troupe di “Striscia la Notizia” che questa mattina si è recata a Pietra per realizzare un servizio sulla controversa antenna telefonica posizionata sul tetto di Villa Paolina e che è finita al centro delle proteste di un agguerrito gruppo di pietresi preoccupato per le possibili conseguenze per la salute derivanti dalla presenza della struttura a pochi passi dal centro abitato.

Dopo aver analizzato la situazione dell’antenna di Pietra, Capitan Ventosa e il suo team di esperti si sono spostati a Loano per rispondere alla richiesta di aiuto inviata dai militi della croce rossa loanese. Il problema che affligge il comitato della Cri, infatti, è di natura “elettromagnetica”: da qualche tempo, infatti, i volontari non sono in grado di utilizzare correttamente i telecomandi che regolano l’apertura e la chiusura delle ambulanze parcheggiate in piazzale Aicardi.

Ma non solo: la stessa “forza misteriosa” che blocca il segnale dei telecomandi non consente agli autisti di inserire le “selettive”, cioè le trasmissioni in codice con le quali i singoli mezzi in uscita in caso di emergenza comunicano alla centrale del 118 a che punto è il loro intervento (se il mezzo è già uscito dalla sede, se è arrivato sul posto, se ha caricato il paziente, se è partito alla volta dell’ospedale e via di seguito).

Vista la necessità di una comunicazione completa e puntuale in caso di emergenza, si tratta di un problema non da poco. Da qui la decisione di chiedere l’intervento di Capitan Ventosa e della sua squadra

I tecnici hanno attivato i loro strumenti e si sono messi sulle tracce dell’apparecchio che produrrebbe il segnale di disturbo. I risultati di questa indagine, però, saranno resi noti soltanto quando andrà in onda il servizio realizzato dall’inviato di “Striscia la Notizia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.