IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, il parcheggio dietro la stazione passa in mano al Comune video

Stamattina un palo è crollato su una delle transenne che separano il parcheggio dal passaggio che i pedoni utilizzano per raggiungere i binari

Loano. A gennaio il parcheggio che si trova alle spalle della stazione ferroviaria passerà in gestione al Comune di Loano. In questi giorni il sindaco Luigi Pignocca ha incontrato nuovamente i vertici delle Ferrovie per fare il punto della situazione circa il progetto, che è in discussione da febbraio scorso. L’azienda ha dato la sua disponibilità alla “permuta” e quindi a partire dal prossimo anno l’area dovrebbe definitivamente rientrare tra i “beni” a disposizione del Comune.

A febbraio il progetto era stato tra i temi discussi dal sindaco Pignocca e dall’ex assessore regionale ai trasporti Enrico Vesco in occasione di un sopralluogo di quest’ultimo alla stazione di Loano. L’allora amministratore regionale aveva dato la propria disponibilità a fare da intermediario con il ministero e le Ferrovie. A mesi di distanza e dopo una trattativa lunga e laboriosa, ora pare che le Ferrovie abbiano finalmente dato il loro nullaosta all’operazione.

Pignocca ha intenzione di continuare a sfruttare il vasto spazio come area di sosta (gratuita) per i veicoli, ma anche di introdurre dei collegamenti che permettano a quanti lasciano il loro veicolo in zona di raggiungere facilmente la passeggiata di ponente. Per ora, infatti, l’unico modo per oltrepassare i binari è attraversare la stazione o compiere un lungo giro passando lungo la via Aurelia fino al tunnel di via Genova o in via Trento e Trieste.

Viaggiatori e pedoni già raggiungono quest’ultima via percorrendo a piedi (e in modo non del tutto regolare) uno stretto camminamento tra i binari e l’area occupata dall’ex magazzino di Ravera. Se il Comune riuscisse ad acquisire l’area, potrebbe realizzare un corridoio più comodo e agile e privo di potenziali pericoli dovuti alla vicinanza con i binari.

C’è poi un’altra questione: la zona, infatti, è spesso frequentata da senza-tetto e clochard, che qui allestiscono dormitori a cielo aperto e piccoli bivacchi: se il Comune di Loano dovesse diventare gestore diretto dello spazio potrebbe organizzare sgomberi e altri interventi di polizia senza bisogno di chiedere prima l’intervento della polfer o autorizzazioni particolari e ciò permetterebbe di migliorare la gestione della sicurezza dell’area. L’ultimo intervento da parte degli agenti della polizia municipale e della polfer è avvenuto giusto qualche giorno fa.

Loano Palo Stazione Crollo

Con il passaggio di testimone tra Ferrovie e Comune dovrebbero anche risolversi i problemi relativi alla manutenzione dell’area. Giusto stamattina, nella stessa area si è verificato il crollo di un palo che a sua volta ha abbattuto una delle transenne che separano il parcheggio dal passaggio che i pedoni utilizzano per raggiungere i binari.

L’incidente è avvenuto nella primissima mattinata di oggi, proprio all’ora in cui i pendolari cominciano ad affluire all’interno dello scalo. Nonostante la presenza di numerose persone, per fortuna nessuno è rimasto ferito. Una passante ha provveduto a rimuovere il sostegno, in modo che nemmeno i più distratti (complice il buio) potessero farsi male.

Loano Palo Stazione Crollo

Alcuni loanesi, poi, hanno pubblicato le foto del “collo” sul social-network di Facebook e sono tornati a chiedersi quando la zona potrà essere definitivamente messa in sicurezza dal punto di vista “strutturale” e dell’ordine pubblico. Ora la risposta: gennaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.