Riconoscimento

Il savonese Alessandro Carnevale nominato fra i 17 artisti mondiali del premio W.A.Y. di Berlino

Il tema del concorso è "Lo svago assente – Stanze e luoghi in cui la gioia esiste ma impercettibile e intangibile"

Artista Alessandro Carnevale

Savona. L’artista savonese Alessandro Carnevale, già finalista nell’edizione italiana del W.A.Y. del 2015, è stato selezionato dalla giuria del premio artistico per l’edizione internazionale di Berlino.

L’esposizione, che conta 17 artisti provenienti da tutto il mondo, si terrà nella capitale artistica europea per aumentare il prestigio del premio conteso dai pittori e scultori distinti nelle diverse edizioni (Milano, Zurigo, Madrid) per la propria ricerca e innovazione.

Il tema del concorso, “Lo svago assente – Stanze e luoghi in cui la gioia esiste ma impercettibile e intangibile”, prevede una mostra in cui gli artisti sono chiamati a rappresentare il tema di quelle stanze recondite in cui potersi, di tanto in tanto, rifugiare per cercare pace e consolazione. Spesso per dominare i propri demoni e costringersi a sconfiggerli. Altre volte semplicemente per ascoltarsi, cercare ispirazione, cercarsi. Anche solo pensare spesso necessita di luoghi altri, inventati.

“È di quei non luoghi che vorremmo far parlare i nostri artisti – spiega il direttore dell’evento, Valeria Nucera – Quei meandri, quelle budella sotterranee, quei grembi in cui ci si apparta per trarne lietezza e, infine, godimento. È spesso una meta sofferta perché fuggevole e disincantata fatta di martiri a se stessi e costanti compromessi con il dolore. Altre volte è un Eden comodo e facile. Sono insomma quei rifugi mentali, stantii e angusti che ognuno porta con se’ per sfuggire alla realtà”.

“Ed è quindi di questa vita parallela che parleranno gli artisti, una favola in cui lottano e vincono, gioiosi, i demoni che li accompagnano o in cui semplicemente godono della pace agognata.”

Carnevale parteciperà con una serie ispirata agli interni industriali degli impianti industriali decaduti, ormai cifra stilistica costante del suo percorso artistico. La vetrina internazionale, palcoscenico su cui l’artista si muove ormai da tre anni, sarà lo spunto per una mostra personale a Berlino, prevista per luglio 2016.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.