IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Befana della Croce Bianca di Albenga e i suoi 650 mila chilometri percorsi in un anno

Novità in vista anche per lo storico museo della pubblica assistenza, da sempre gioiello dei volontari albenganesi

Albenga. Tempo di bilanci e di festa per la Croce Bianca di Albenga, una delle pubbliche assistenze più anziane della Liguria: tre anni fa aveva raggiunto il secolo di vita.

Nell’anno che si sta chiudendo le ambulanze della “Bianca” hanno percorso 650 mila chilometri e compiuto qualcosa come 20 mila uscite. “Un bel primato – afferma Dino Ardoino, presidente storico della Croce Bianca albenganese (nella foto)- e naturalmente tutto questo è dovuto all’impegno e agli sforzi dei nostri militi, un esercito di 373 persone. Negli ultimi tre corsi, effettuati in un arco di tempo di tre mesi, hanno partecipato 60 persone. La speranza è quella che almeno la metà possa poi entrare a far parte della nostra pubblica assistenza, sarebbe un bel regalo”. 

A proposito di regali. La Croce Bianca si appresta a festeggiare con la Befana del volontario. Accadrà il 6 gennaio alle 15,30 in piazza Petrarca. Una festa per i militi, ma aperta alla città e che vedrà la partecipazione del vescovo Guglielmo Borghetti. “In quella occasione doneremo la calza ai figli e ai nipoti dei militi, quindi inaugureremo l’allestimento di dieci ambulanze per il trasporto dei bambini e il nuovo vessillo di rappresentanza dedicato ad un milite scomparso, Renato Giolitto – spiega Ardoino –  Inoltre la sezione di Garlenda, come accade ogni anno, si sposterà al Gaslini con il Fiat Club 500 Italia per donare giocattoli e dolci ai bambini ricoverati. Noi di Albenga andremo invece al reparto di maternità dell’ospedale San Paolo per un’iniziativa analoga”.

Novità in vista anche per lo storico museo della Croce Bianca: “La lapide storica sistemata accanto alla sede verrà trasferita nel centro museale e realizzato un mosaico con i nomi dei militi che hanno fondato la pubblica assistenza e al posto di quella di marmo ne verrà sistemata una nuova”, aggiunge il presidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.