La curiosità

Garibaldi e la partenza dei Mille, spunta una lettera del 1860 da un collezionista di Albenga

Una pagina di "cronaca dell'epoca" racconta l'epica impresa del comandante partito da Quarto

Albenga. “Nella notte di sabato scorso, cominciò il movimento di partenza della spedizione Garibaldi per Sicilia; continuò ieri mattina e quest’oggi, mi si dice debbano imbarcarsi altri volontari... Come una tale spedizione si faccia alla barba delle potenze e corone…. E’ difficile il precisarne i dettagli con le mille e mille dicerie che mi si spacciano sopra. Ho chi pretende essere 4 i vapori dei quali dispone Garibaldi”.

Sono stralci di una lettera di quattro pagine, da collezione, finita nelle mani di Mauro Sansone, commerciante e titolare della “Collezione Sansoni” di Albenga. Raccontano una delle pagine più importanti della storia d’Italia: la partenza dei garibaldini e del comandante Giuseppe Garibaldi da Quarto, ovvero la Spedizione dei Mille, che aprì la strada alla proclamazione del Regno unificato che prese l’avvio nella notte tra il 5 ed il 6 maggio 1860. E’ raccontata da un tal Borrelli, discendente della famiglia proprietaria dello storico castello che si affaccia sul promontorio di Borghetto Santo Spirito.

E’ la cronaca, riportata in maniera fedele ed esaustiva della partenza di quella flotta di navi con a bordo i soldati di Garibaldi caratterizzata come sommossa di popolo e grandi gesta di un geniale capo militare. “Sabato notte furono presi due vapori alla società Rubattino, e questo si contentò di far l’indomani una semplice protesta proforma. Capitani e marinai all’eccezione di 4 accettarono di proseguire i volontari. Intanto l’Inghilterra frappone i suoi buoni uffizi, ed una fregata Francese quasi volesse fare altrettanto osserva con attenzione, senza però intromettersi quanto procede. Desidero che il tutto possa riuscire bene, sperando dare desiderio universale… “.

E’ una bella storia davvero – dice Mauro Sansoni – Quando ne sono venuto in possesso ho cominciato a leggerla e a stupirmi di quel racconto. E’ una nuova importante testimonianza di quello che era successo nei giorni precedenti alla partenza di Garibaldi da Quarto”. Conservata come una reliquia nel suo negozio è un pezzo da collezionisti. “Ce ne sono molti soprattutto amanti della storia d’Italia e della missione epica di Garibaldi”. Ora è qui a disposizione anche di studenti che vogliono avere un quadro più completo di come Giuseppe Garibaldi stava organizzando questa sua missione entrata nella storia del nostro Paese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.