Uniti

Balestrino, continuano i lavori per il recupero dell’antico borgo. Ismarro: “Noi risorsa turistica da valorizzare”

Secondo il sindaco occorre lavorare per cercare di integrare sempre di più l'offerta turistica della costa con quella dell'entroterra

Balestrino. Si è tenuto oggi alle ex scuderie del Marchese di Balestrino il convegno “Tutela e valorizzazione del paesaggio ligure”, forum organizzato dalla delegazione di Albenga e Alassio del Fai con il supporto di Servizi Ambientali, la società a partecipazione pubblica che gestisce il depuratore di Borghetto.

Il convegno ha visto la partecipazione di diversi esperti che, ognuno per il proprio campo, hanno evidenziato un aspetto di quella che deve essere la strategia comune per cercare di salvaguardare (e per quello che è possibile esaltare) la natura della nostra regione.

Il forum, come detto, si è tenuto nella sala convegni delle ex scuderie del Marchese di Balestrino, che qualche anno fa sono state oggetto di un radicale intervento di restyling che le ha rese un polo culturale presso il quale si svolgono ogni anno eventi vari e tutti di grande rilevante. Il più noto è di certo “Stars a Balestrino”, la rassegna cinematografica estiva che gode del supporto anche della Regione.

Le ex scuderie, quindi, sono in un certo senso l’emblema di come i tesori della Liguria possano essere non solo salvaguardati ma anche valorizzati con il giusto impegno e le giuste idee: “L’amministrazione che rappresento – spiega il sindaco di Balestrino Gabriella Ismarro – si è sempre impegnata tantissimo per la valorizzazione del paesaggio. Non è un caso che il convegno sia stato organizzato qui da noi, in questa bellissima location”.

Un altro tesoro balestrinese che deve essere recuperato è l’antico borgo che circa il castello dei marchesi del Carretto. I lavori sono iniziati qualche mese fa: “Da maggio di quest’anno abbiamo iniziato a intervenire nel borgo antico grazie all’intenso lavoro fatto con gli uffici regionali e con la soprintendenza. Questo è il primo tassello del recupero completo del borgo antico che avverrà nel prossimo futuro”.

balestrino

Più in generale, secondo il primo cittadino di Balestrino occorre lavorare per cercare di integrare sempre di più l’offerta turistica della costa con quella dell’entroterra. Questo specie nella Val Varatella, che dispone da un lato delle risorse balneari di Borghetto e dall’altro di quelle “montane” di Toirano e Balestrino”.

Da tempo pensiamo che l’entroterra sia un valore aggiunto per il turismo della costa – conferma Ismarro – Il nostro territorio è ancora integro, ancora identico a com’era all’inizio del ‘900. Sicuramente è in grado di contribuire al costituirsi di un turismo nuovo, più attento all’ambiente. In questo senso l’integrazione con la costa è fondamentale. Noi lo stiamo facendo con Borghetto e su altri servizi con Loano e Boissano. Bisogna cooperare per raggiungere livelli migliori di quelli che vediamo oggi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.