Il provvedimento

A Cosseria arrivano i “velobox” contro gli smanettoni e semafori intelligenti per migliorare il traffico

Saranno intensificati i controlli da parte della Polizia municipale locale insieme ai colleghi di Cairo

roberto Molinaro

Cosseria.  Velobox contro gli smanettoni e semafori intelligenti per migliorare il traffico in paese.  E’ la ricetta messa a punto dall’amministrazione comunale di Cosseria, in Val Bormida. I velobox, per il cui acquisto partirà a breve la gara, saranno installati sulla Sp Carcare-Millesimo, due lungo il rettilineo di Case Lidora; uno, sempre nella zona di Case Lidora, all’incrocio con la pista ciclabile; e due lungo la provinciale Cengio-San Giuseppe, nella zona Valle-Rossi.

Il sindaco Roberto Molinaro e la giunta hanno deciso di spingere sull’acceleratore varando due provvedimenti  per evitare incidenti e garantire la sicurezza in tutto il territorio di Cosseria. A breve dunque saranno installati cinque “velobox”, ma c’è anche uno studio di fattibilità che prende la strada verso la Regione a caccia di finanziamenti, grazie all’interessamento diretto del consigliere regionale Angelo Vaccarezza. Prevista quindi l’installazione di un sistema di semafori “intelligenti”: tre semafori a chiamata lungo Case Lidora; un semaforo «intelligente» per agevolare l’ingresso dalle traverse alla provinciale in località Rossi; e lo spostamento e ricollocazione dei pannelli indicatori di velocità. Il tutto per un costo presunto di 175 mila euro.

Essendo attraversata da due strade provinciali, Cosseria da sempre convive con il problema del frequente mancato rispetto dei limiti di velocità, nonostante la vicinanza alla strada di molte abitazioni e attività commerciali, e nonostante il lungo elenco di incidenti, alcuni anche tragicamente gravi. L’installazione di segnalatori di velocità, con il calcolo indicativo anche dei punti che sarebbero decurtati dalla patente, non è servita, evidentemente, a molto; così come non sono stati un significativo deterrente anche i controlli sporadici dell’unico vigile.

I controlli saranno intensificati da parte della Polizia municipale locale insieme ai colleghi di Cairo, utilizzando anche il telelaser (sabato scorso una serie di appostamenti); acquisto di cinque velobox, per i quali nell’ultimo Consiglio comunale sono stati destinati 11 mila euro e installazione di semafori “intelligenti”.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.