World League, l'Italia si sbarazza della Turchia: a segno Alesiani - IVG.it
Pallanuoto

World League, l’Italia si sbarazza della Turchia: a segno Alesiani

L'atleta della Carisa Savona al suo debutto ufficiale in Nazionale realizza il 12-2; due le reti di Aicardi

Savona. Spettacolo al Foro Italico di Roma per il secondo turno della World League maschile. Il Settebello, davanti a millecinquecento spettatori, batte la Turchia 14 a 4.

Triplette per Bodegas e Fondelli, mentre Presciutti (doppietta) confeziona tre assist. L’ultimo incontro tra le due nazionali si era svolto lo scorso marzo a Siracusa, sempre per la World league, e gli azzurri avevano vinto 17-6.

Per i turchi, qualificati al prossimo campionato europeo di Belgrado (10-23 gennaio), doppietta di Aksentijevic. Nell’altro incontro del girone la Croazia batte 17-9 la Russia a Zara.

Tre partite consecutive in casa per i croati vicecampioni del mondo, allenati da Ivica Tucak, che nel terzo turno, martedì 1 dicembre, riceveranno l’Italia a Dubrovnik nel match che potrebbe essere decisivo per la vittoria del gruppo C.

Un minuto e mezzo e gli azzurri aprono le marcature con Christian Presciutti, che avanza indisturbato da posizione due e fulmina Sezer per l’1-0. Poi un botta e risposta con la sciarpata dei Berskardesler stoppata da Tempesti, che lancia Di Fulvio solo soletto davanti al portiere turco, bravo ad ipnotizzare l’attaccante della Pro Recco. In gol anche Jacopo Alesiani, atleta della Rari Nantes Savona, alla sua prima presenza ufficiale con la Nazionale.

Aicardi si alterna al centro a Bodegas, che a metà tempo raddoppia in superiorità girando al volo l’assist giusto di Presciutti (2-0). La zona press di Campagna funziona perchè i turchi non impensieriscono la difesa. Il tempo del primo extraman fallito dagli avversari, della seconda chance sprecata da Di Fulvio a tu per tu col portiere e della superiorità mancata da Renzuto che si chiude il parziale.

Nel secondo l’assist giusto è sempre quello di Presciutti, che stavolta vede Aicardi al centro che gira come sa alle spalle di Sezer per triplice vantaggio, arrotondato dopo un minuto da Fondelli bravo a capitalizzare una controfuga dopo la seconda superiorità fallita dai turchi (4-0). E’ Presciutti il regista avanzato e il 5-0 è un bel cioccolatino confezionato per l’ex compagno del Brescia Bodegas, che insacca dai due metri il 6-0 a metà tempo e la sua doppietta personale.

Il Settebello domina e sfodera due doppiette con Fondelli che capitalizza sempre dal suo lato la sesta superiorità concessa e con Presciutti che insacca sempre da posizione due, ben servito da Gallo (7-0). La Turchia cambia Sezer per Sen in porta, che nulla può sul rigore in apertura di Gallo (8-0).

In porta azzurra c’è Del Lungo che lancia in controfuga Gallo bravo a girare l’assist per Fondelli che fa tripletta e massimo vantaggio (9-0). Il capitano Berskardesler mette a referto i turchi segnando il primo extraman su tre tentativi, ma Bodegas subito risponde capitalizzando la terza superiorità su sette tentativi (10-1). Di Fulvio finalmente si sblocca segnando in controfuga, mentre Aksentijevic sfodera la bomba giusta che fulmina Del Lungo per l’11-2 che chiude il tempo.

Nel quarto Alesiani tesse la palomba giusta per il 12-2, subito replicato da Biyik che dal perimotro fa 12-3. Poi Agkurt è abile a trovare il rigore al centro che Aksentijevic trasforma (12-4) per la doppietta personale. Aicardi prosegue lo show insaccando addirittura da fuori per il 13-4 a due minuti dal termine. Il resto è pura accademia, con Di Fulvio che chiude le ostilità a sei secondi dal termine e fissa il punteggio sul 14-4.

“Mi è piaciuto l’approccio difensivo alla partita – afferma Campagna -, perché abbiamo concesso poco nei primi due tempi. In attacco siamo partiti contratti ma poi ci siamo sciolti con il trascorrere dei minuti. Alla fine speravo che facessimo più gol ma abbiamo sprecato più di una facile occasione. Al di là del punteggio, condiderando il periodo di forma non ottimale, sono soddisfatto per il lavoro svolto in quest’ultima settimana con una rosa allargata a ventidue giocatori. Roma ci accoglie sempre con entusiasmo e calore. Vedere così tanta gente e soprattutto tanti ragazzi in tribuna ci inorgoglisce e rappresenta uno spot positivo per tutto il movimento”.

Il tabellino:
Italia – Turchia 14-4
(Parziali: 2-0 5-0 4-2 3-2)
Italia: Tempesti, F. Di Fulvio 2, Esposito, Alesiani 1, Renzuto Iodice, Fondelli 3, Giacoppo, Gallo 1, C. Presciutti 2, Bodegas 3, Aicardi 2, Baraldi, Del Lungo. All. Campagna.
Turchia: Sezer, Gozusulu, Ozbakis, Agkurt, Sutalo, Gulenc, Biyik 1, Ozbek, Yilmaz, Sonmez, Beskardesler 1, Aksentijevic 2, Sen. All. Olcayto.
Arbitri: Miskovic (Srb), Vanhems (Fra). Delegato Fina: Ibern (Esp).
Note. Superiorità numeriche: Italia 2 su 10 più 1 rigore segnato, Turchia 1 su 4 più 1 rigore segnato. Usciti per limite di falli: Gulenc e Yilmaz nel terzo, Presciutti nel quarto tempo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.