IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terrorismo, Ciangherotti: “In ogni città italiana una via o piazza dedicata ad Oriana Fallaci”

Albenga. “Dopo il massacro registrato a Parigi, adesso, in ogni città italiana, anche se a meno di dieci anni dalla scomparsa, si dedichi una via o una piazza ad Oriana Fallaci, la scrittrice e giornalista morta nel 2006, cassandra di quanto terribile è successo nelle ultime ore sotto la Torre Eiffel. Se mai diventerò sindaco, questo sarà uno dei primi atti che firmerei per ribadire che Albenga è una città orgogliosamente cristiana”. Lo dichiara Eraldo Ciangherotti, consigliere provinciale di Savona e coordinatore provinciale dei circoli di FI.

“Intimiditi dalla paura di andar controcorrente – diceva la Fallaci – cioè d’apparire razzisti, non capite o non volete capire che qui è in atto una Crociata alla rovescia. Abituati come siete al doppio gioco, accecati come siete dalla miopia, non capite o non volete capire che qui è in atto una guerra di religione”.

“Impauriti dall’Islam – prosegue Ciangherotti – abbiamo perso la capacità di difendere i nostri valori cristiani e restiamo anestetizzati ed immobili di fronte ad ogni atto blasfemo contro le nostri origini cattoliche. Nella vicina Toscana, addirittura un governatore regionale del Partito Democratico come Enrico Rossi si permette di patrocinare la mostra, a Lucca, di un’opera d’arte soprannominata ‘Cristo di piscio’ che rappresenta un piccolo crocefisso di plastica immerso in un bicchiere di vetro contenente l’urina. E poi, al di là delle strette di mano e degli abbracci fra presidenti nazionali in nome del political correct, non sappiamo come reagire a questi attacchi abominevoli e mortiferi in nome di Allah”.

“Basta buonismo, cari Matteo Renzi ed Angelino Alfano – conclude il forzista – adesso occorre cominciare a schedare con impronte digitali tutti i non italiani che soggiornano sul nostro territorio nazionale, per sapere chi ospitiamo e per riaccompagnare a casa, in Africa, chi non rispetta le nostre leggi e le nostre tradizioni culturali e chi in Europa arriva per combattere crociate contro il nostro essere cristiani”, conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alvaro felici

    Ecco!Finalmente qualcosa di concreto in questi giorni tristissimi.Che politico di caratura!Merita la Camera,come minimo,altro che sindaco di Albenga dai…uno con queste idee per sti burini è davvero sprecato…ZioClem pensaci tu và…
    Tranquillo Cianghe la tua iniziativa ora verrà valorizzata come e quanto merita.BRAVO!

    Un Abbraccio
    Arvaro
    (L’Analizzatore)

  2. Scritto da faber

    Dedichiamo una via a Tiziano Terzani. Lettere contro la guerra e non incitazioni…

  3. Monkey D. Rufy
    Scritto da Monkey D. Rufy

    Per questo e per tanti altri motivi, speriamo che questo personaggio tragicomico sindaco non lo diventi mai.

  4. Scritto da briant88

    Idea bizzarra.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.