IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Striscioni, scritte e bandiere della pace: da Albenga il mondo musulmano dice No al terrorismo fotogallery video

"No all'Isis, no al terrorismo, noi ci siamo". E' lo slogan che ha accompagnato la manifestazione che si è svolta in piazza del Popolo

Albenga. Scritte, striscioni, bandiere della pace, tanti giovani e bambini. Ad Albenga, località dove esiste una delle moschee più grandi del Nord Ovest, le comunità islamiche della Liguria dicono No al terrorismo con una grande manifestazione partita questa mattina alle 9:30 dalla moschea albenganese e arrivata in piazza del Popolo: almeno 300 i musulmani che hanno risposto all’appello lanciato da Giuliano Arnaldi, presidente della fondazione Tribale-Globale, con il corteo e il raduno nella centrale piazza ingauno organizzato dalle associazioni musulmane liguri e savonesi: l’iniziativa ha avuto il patrocinio delle Comunità Musulmane liguri e del suo presidente Zaahor Ahmad Zargar.

manifestazione terrorismo albenga

Numerosi i sindaci, gli amministratori e le rappresentanze politico-istituzionali del savonese e non solo presenti alla manifestazione pubblica, oltre al vescovo coadiutore della diocesi di Albenga-Imperia Guglielmo Borghetti.

Massiccio il dispiegamento di forze dell’ordine per garantire la sicurezza dell’evento: almeno un centinaio tra poliziotti, carabinieri e vigili urbani che stanno presidiando la piazza e controllando sul pacifico svolgimento della manifestazione.

Le donne musulmane della Liguria hanno anche distribuito delle copie del Corano.

“Non abbiate paura di noi. L’Isis è un cancro del corpo islamico. Quello che hanno fatto è un attacco contro la comunità intera. Da una settimana pronunciamo la parola pace perché è questa che vogliamo. A queste persone non lasceremo distruggere la nostra convivenza con gli italiani. Saremo insieme contro i terroristi”, ha sottolineato l’imam di Albenga, Abdejalil Elalami.

Molti i musulmani arrivati anche da altre cittadine della Riviera per prendere parte alla manifestazione e far sentire la propria voce di netta e ferma opposizione ad ogni forma di terrorismo.

Tra i giovani presenti alla manifestazione anche tanti studenti come Said Mahamdì: “In questi giorni abbiamo parlato tanto degli attacchi terroristici con i nostri amici. Per noi musulmani quelli dell’Isis sono peggio degli animali“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da chiara67

    300????????? ma dove erano tutti gli altri??????? Direi proprio che la manifestazione segna il fallimento totale della volontà di integrazione e più che un segnale di pace è una chiara, chiarissima evidenza di quello che la maggior parte del mondo mussulmano albenganese pensa….