IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prima Categoria: due espulsi per parte e un gol ciascuno, parità tra Varazze e Pallare risultati

Lo Speranza ferma sullo 0 a 0 la Golfodianese; l'Altarese fa suo lo scontro salvezza con il Millesimo

Albissola Marina. Il Ceriale, fermo per il turno di riposo, non avrebbe potuto chiedere di meglio. Le altre tre squadre in lotta per il vertice hanno tutte pareggiato; il quartetto di testa, quindi, resta più che mai compatto, tanto più che Golfodianese e Pallare, ovvero la prima e la seconda della classe, devono ancora fermarsi.

Al “Faraggiana” di Albissola è andato in scena il match tra Varazze e Pallare. Per i neroazzurri si trattava del secondo dei tre scontri diretti, dopo quello con il Ceriale e prima di quello con la Golfodianese, che il calendario prevede consecutivamente.

Ne è uscito un pareggio, 1 a 1: il secondo segno “X” di fila per la squadra allenata da Maurizio Damonte; il quarto di seguito per i biancoblù di mister Mirco Bagnasco, ancora imbattuti. Durante il primo tempo si è accesa una rissa e l’arbitro ha espulso due giocatori per parte. I valbormidesi sono passati in vantaggio per primi; i varazzini non si sono abbattuti ed hanno agguantato il pareggio.

Prova d’orgoglio dello Speranza che al “Levratto”, pur dovendo fare i conti con numerose assenze per infortuni, ha fermato sullo 0 a 0 la Golfodianese. Dopo il pari di Pallare, i savonesi guidati da Rocco De Marco hanno offerto un’altra buona prova, dimostrando di non meritare l’attuale posizione, in zona playout.

Primo tempo giocato all’insegna della prudenza e unica occasione all’8° capitata tra i piedi di Altomare che si fa anticipare dai difensori. Nel secondo tempo meglio la squadra di casa che produce più gioco e risulta più incisiva. Al 31° è ancora Altomare a fallire il gol del vantaggio per lo Speranza e al 41° Marapodi dalla distanza colpisce la traversa.

Nell’anticipo di ieri l’Altarese si è imposta per 2 a 0 in casa del Millesimo. E così, due settimane dopo il successo sulla Baia Alassio, dopo essersi goduti il turno di riposo, i giallorossi di mister Massimiliano Ghione hanno sconfitto un’altra diretta concorrente nella corsa alla salvezza, riprendendosi il terzultimo posto. L’incontro è stato deciso da una doppietta di Rovere. Debutto amaro, quindi, per Pino Cavallaro, chiamato sulla panchina del Millesimo per risollevare le sorti di una squadra che, dopo 10 giornate, non ha ancora raccolto un punto.

L’altra pericolante, la Baia Alassio, dopo il rigenerante 5-1 sul Millesimo è rientrata a casa a testa bassa dalla trasferta sul campo della Dianese, sconfitta 3 a 0. Per la compagine allenata da Rossano Porcella è il settimo risultato negativo, il quarto di fila in trasferta.

Dopo un filotto di sei sconfitte consecutive, il Città di Finale si rialza. Al “Borel” l’undici condotto da Fabio Zanardini è stato capace di battere per 2 a 1 il Don Bosco Vallecrosia Intemelia, ritrovando così i 3 punti che mancavano dal 4 ottobre. In classifica i finalesi affiancano lo Speranza. Due lunghezze sopra c’è il Bordighera Sant’Ampelio, che ha pareggiato 3 a 3 con l’Ospedaletti.

Riparte anche il Celle Ligure, reduce da cinque turni senza vittorie, nei quali aveva raccolto solamente 2 turni. I giallorossi di mister Derio Parodi hanno avuto la meglio sul Pontelungo per 3 a 0, centrando così il terzo successo stagionale. Terza sconfitta, invece, per i granata albenganesi: sono maturate tutte lontano da casa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.