IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Islam in piazza ad Albenga, Guarnieri polemica: “Condannino a chiare lettere fatti di Parigi”

L'ex sindaco chiede "più chiarezza": "Aspettiamo che si mettano a disposizione della polizia per aiutare la sicurezza preventiva"

Albenga. La notizia che le comunità islamiche liguri scenderanno in piazza ad Albenga per manifestare la loro solidarietà dopo i terribili fatti di Parigi non convince l’ex sindaco ingauno Rosy Guarnieri.

L’esponente della Lega infatti, attraverso il suo profilo Facebook, non ha nascosto alcune perplessità: “Credo che i responsabili dei centri islamici ingauni debbano dire, a chiare lettere, se condannano o meno quanto accaduto a Parigi e che non si uccide, neppure in nome di Allah. Aspettiamo inoltre che si mettano a disposizione delle forze di Polizia per eventualmente segnalare ogni, seppur piccola, notizia in loro possesso che possa aiutare la sicurezza preventiva”.

L’ex primo cittadino rincara la dose anche su altri aspetti: “Ritengo debbano anche esprimersi con fermezza e condanna su altri incresciosi fatti: violenza sulle donne e dare loro le pari opportunità; debellare e contrastare ovunque i matrimoni che vedono coinvolte bambine: basta baby spose! Condannare l’infibulazione e denunciare chi la pratica”.

Infine non manca una stoccata a quello che succede sotto le Torri: “Capita solo ad Albenga che i fondatori dei centri culturali islamici sono italiani convertiti all’islam? Roberto Piccardo, ha fondato quello di piazza San Francesco trasferitosi in via al Piemonte. Roberto Alliota, ha fondato quello di Rione Risorgimento di recentissima apertura. Credo che entrambi dovrebbero smettere di filosofeggiare su chi è più moderato o trasparente dell’altro, questa diatriba ci fa pensare il contrario per entrambi. Di certo la presenza di un centro di aggregazione era più che sufficiente, non ne serviva un altro” osserva Guarnieri che conclude con un invito rivolto alle comunità islamiche: “Serve chiarezza non ciance. In quello siamo già tutti formati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio Sanguineti

    …Ma non fu – forse – proprio lei, in veste di sindaco e con tanto di fascia tricolore, ad inaugurare il capannone a Leca, capace di stivare un sacco e mezzo di “benvenuti”??? Ricevette il plauso ed il ringraziamento anche da parte dell’iman, con captatio benevolentiae ossequiandola “per il bene che ci ha dimostrato” e, ora, che va dicendo, la ex “SindacA”? …Tra questi trascorsi sprovveduti e quelli in carica anche a livello nazionale, ben non si riesce a comprenderne il limite su cui sfuma la loro malafede e la loro incosciente stupidità!

  2. Scritto da hadrianus

    Alla inaugurazione della moschea in pompa magna c’era Lei o no ?