IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In aumento furti, rapine e truffe a danno di anziani: “Tutele per gli over 65”

Liguria. Sergio Rossetti (Pd) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dai colleghi del gruppo Raffaella Paita, Valter Giuseppe Ferrando e  Luca Garibaldi in cui ha chiesto di aumentare le attività di sensibilizzazione nei punti di ritrovo degli over 66. Il consigliere ha chiesto, inoltre, azioni di coordinamento fra le associazioni e gli enti che aiutino gli anziani a difendersi meglio dai pericoli e ad attivare azioni di auto protezione efficace.

“La Liguria sale sul terzo gradino per incidenza di vittime di furti, truffe e rapine: 613 anziani ogni 100 mila abitanti. Questo anche a causa dell’elevata presenza di nuclei familiari composti da soli anziani pari al 29,5%.  Secondo gli ultimi dati Istat – ha spiegato il consigliere – il reato più diffuso a danno degli over 66 è il furto: 9.224 vittime nel 2014. Rispetto al 2013 la quota di illeciti è aumentata dell’8,3% a fronte di una media nazionale del 7,4%.». Rossetti ha spiegato che, fra le province, Genova è al primo posto con 5.444 illeciti a danno degli anziani (+7,7% sul 2013): 5.148 furti (+8,5%), 232 truffe (+1,3%). Segue Savona, dove si contano 1.907 crimini (+13,4%): 1.787 furti (+15,3%) e 27 rapine (+8%). A Imperia le denunce sono state 1.223 (+4%): anche in questo caso si tratta, per la maggior parte, di furti (1.148, +5,4%). Chiude La Spezia con 1.177 crimini (+7,9%) tra furti (1.141, +10,1%).  Secondo Rossetti occorre favorire un’azione di autoprotezione efficace da parte dei cittadini anziani anche per il tramite di associazioni e di azioni di informazione capillare: «Chiediamo risposte concrete e rapidamente attuabili”.

Per la giunta ha risposto l’assessore alla sicurezza Sonia Viale che ha condiviso l’allarme sull’aggravarsi dei fenomeni criminali a danno degli anziani. “Abbiamo fatto riunioni in prefettura del comitato sicurezza per avviare un lavoro coordinato di contrasto al dilagare dei raggiri agli anziani che, partendo dalle forze dell’ordine coinvolga nell’attività di informazione e prevenzione degli anziani municipi, Asl e medici di famiglia. Quella della sicurezza è una competenza specifica del Governo, la Regione può veicolare nei luoghi più frequentati dagli anziani le norme e i suggerimenti per evitare raggiri. Abbiamo creato un tavolo di coordinamento che comprende le Asl, tramite il loro ordine, i medici di medicina generale, l’Anci in modo da garantire una distribuzione capillare dei volantini negli uffici di comunicazione, gli studi medici, i comuni, gli uffici delle  Asl e gli ospedali”.

Sergio Rossetti (PD) ha replicato: “Non sono insoddisfatto, per ora non mi sembra sia stato fatto molto. Speriamo che nel 2016 si possa avere la possibilità di vagliare e collaborare a questo progetto. Un giudizio di merito lo daremo quando avremo chiari gli investimenti e i dati sull’andamento della criminali che mi auguro la giunta ci presenterà  il prossimo anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.