"casa sua"

Borgio, occupa abusivamente l’ex colonia marina: kosovaro nuovamente in carcere

Emergenza a Borgio Verezzi

Borgio Verezzi. Da tempo trovava rifugio presso lo stabile di via Nazario Sauro 9 a Borgio Verezzi di proprietà dei vigili del fuoco e questa mattina, come sono arrivate le squadre dei pompieri, si è barricato dentro l’edificio impedendo così l’inizio dei lavori di ristrutturazione. In manette, arrestato dai carabinieri di Pietra Ligure, è finito il cittadino kosovaro Ekrem Kastrati, 58 anni, pregiudicato e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma.

L’uomo ha pesantemente inveito contro i vigili del fuoco, dicendo che quella era “casa sua”. Il kosovaro era già stato arrestato dai militari per aver occupato abusivamente e danneggiato lo stabile, un’ex colonia marina da tempo abbandonata e sul quale è stato avviato un progetto di riqualificazione.

All’arrivo dei carabinieri l’uomo è andato in escandescenza, fino a quando non è stato bloccato e tratto in arresto. Domani sarà processato per direttissima presso il Tribunale di Savona. Ora si trova rinchiuso nelle camere di sicurezza dei carabinieri della Compagnia di Albenga.

leggi anche
carabinieri
Sempre lui
Non rispetta il divieto di tornare a Borgio: il kosovaro “dell’ex colonia” stavolta finisce in carcere

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.