Alassio

Successo per la MagnaLonga d’Arasce: “Ora tutelare il patrimonio del percorso gastronomico” fotogallery

Magnalonga d'Arasce

Alassio. “Una magnifica passeggiata. La scoperta di luoghi incantevoli e sconosciuti alla gran parte dei partecipanti. Un tripudio di sapori della nostra terra che hanno conquistato tutti i partenti. L’impegno e la gentilezza di mille associazioni locali che hanno offerto tempo, lavoro e capacità per proporre con orgoglio le tradizioni e le bellezze delle loro frazioni o località”. Così AlassioAttiva commenta l’edizione 0 della MagnaLonga d’Arasce, il percorso enogastronomico in 8 tappe che da Alassio ha raggiunto tramite i sentieri collinari, le frazioni di Moglio e Solva, con le specialità liguri delle aziende locali.

“La sinergia che si è creata naturalmente lavorando insieme: Associazioni, volontari, attività commerciali.
La magia della Land Art di Francesco Granducato con la collaborazione di Daniela Schivo. Emozioni distribuite lungo la passeggiata che ora diventeranno la prossima “missione” di AlassioAttiva. La MagnaLonga d’Arasce è stata un grande successo e siamo lieti di poterlo affermare.

“Lavoreremo per limare i difetti emersi. Ma le attestazioni di ringraziamento per aver svelato una Alassio che pochi conoscevano ci hanno ripagato del tanto impegno profuso in questi mesi. Una coppia di turiste irlandesi al termine della passeggiata (affrontata stoicamente con sandalini aperti) non finiva mai di esprimerci tutta la gioia per una giornata vissuta intensamente e piena di soddisfazioni. Sicuramente in Irlanda, in questo momento, stanno parlando di Alassio!

Ora AlassioAttiva esaminerà tutte le fasi della MagnaLonga d’Arasce e comincerà a programmare l’Edizione numero 1°, rivolgendo un appello agli abitanti delle zone che si trovano sul percorso della Land Art Alassio: “E’ necessario attivarsi per curare e preservare il patrimonio del percorso. Nell’area Mattatoio c’è ora un prato da tenere bagnato ed una prima area da mantenere pulita. A San Bernardo sono “nascosti” tesori in grado di sorprendere. Facciamo in modo di averne cura. Così Vegliasco. Queste installazioni artistiche sono l’inizio di un percorso che attirerà altri artisti, turisti o semplici curiosi intenzionati a stupirsi. Non rischiamo di vanificare un progetto che potrebbe rivelarsi importantissimo per la città” conclude AlassioAttiva.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.