Addio

Spotorno, il Pd silura Calvi: “Gestione approssimativa e nessun dialogo”

comune spotorno

Spotorno. “Come da formale comunicazione consegnata al sindaco, il Circolo Pd di Spotorno – Noli – Vezzi Portio ha ritirato l’appoggio al sindaco Calvi e ha chiesto ai consiglieri ed assessori iscritti al Partito di restituire le deleghe”. Con queste parole il Pd spotornese annuncia la propria volontà di dissociarsi dall’attuale primo cittadino.

“Tale scelta, discussa all’interno del direttivo di Circolo – spiega il segretario cittadino Davide Delbono – nasce da una totale impossibilità di dialogo con Calvi. Non siamo riusciti a condividere priorità importanti per il paese, previste dal programma elettorale, e abbiamo sempre trovato un interlocutore assente, reticente e spesso contrario a un Partito che 4 anni fa lo ha scelto e sostenuto come candidato sindaco”.

“I rapporti sono iniziati a incrinarsi lo scorso anno – racconta – a seguito della gestione a dir poco approssimativa del caso Saroldi da parte del sindaco e di alcuni membri della sua giunta, provocando la nascita di un nuovo gruppo consiliare in seno alla maggioranza, intenzionato a prendere le distanze da alcune scelte a dir poco controverse dell’amministrazione”.

“Il partito – sostiene Delbono – ha più volte tentato di riprendere il dialogo su argomenti importanti, come accaduto sul tema dell’inserimento della tassa di soggiorno nell’agosto scorso. Il sindaco non ha voluto sentire la nostra opinione e ha dovuto poi far marcia indietro di fronte alle proteste legittime degli operatori. A ciò è seguita una gestione del bilancio preventivo 2015 a dir poco imbarazzante, con dapprima un tentativo di alzare le tasse a livelli astronomici, per poi far marcia indietro davanti agli emendamenti presentati da parte del gruppo “Spotonro 2.0″. Per fortuna poi il sindaco ha rinviato il Consiglio comunale facendo involontariamente spirare il termine entro il quale si doveva approvare l’aumento delle aliquote e si è scongiurato il peggio. Da lì son seguite le dimissioni dell’assessore al bilancio Tozzini, passato all’opposizione e successivamente il sindaco è andato sotto in Consiglio sul tema del senso unico sulla Via Aurelia, progetto da noi osteggiato, che ha visto parte della maggioranza votare con l’opposizione per fermare l’ennesima iniziativa personale di Calvi”.

“In ultimo il sindaco ha deciso di nominare assessore, al posto di Tozzini, il consigliere Vitellaro (ultimo degli eletti della sua lista nelle elezioni 2011) senza neppure consultare i membri della propria traballante maggioranza per trovare condivisione almeno in un nome che accontentasse tutti per competenze, preparazione e nel rispetto delle preferenze espresse dagli elettori nel 2011” concludono dal Pd.

leggi anche
Gian Paolo Calvi, Spotorno
Scontro totale
Terremoto politico a Spotorno, il Pd ritira l’appoggio al sindaco. Calvi: “Atto di prepotenza”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.