Lotta al parassita

Punteruolo rosso a Savona, arriva l’ordinanza del sindaco: multe e penale per chi non segnala

Punteruolo rosso parassita palme

Savona. A due settimane circa dal primo caso di punteruolo rosso nel comune di Savona, arriva l’ordinanza del sindaco Federico Berruti che impone a tutti i proprietari dei terreni su cui si trovano palme di segnalarlo al Servizio Ambiente del Comune e a seguire le linee del Piano d’Azione Regionale per contrastare il parassita. Per chi non ottempera all’ordinanza sono previste sanzioni amministrative e azioni penali.

Il 14 settembre scorso l’ATA è intervenuta su di una palma a seguito della segnalazione di un privato, accertando il primo caso di punteruolo rosso, l’insetto killer delle palme, nel territorio comunale di Savona. A questo punto il Comune di Savona tramite ATA, oltre ad intervenire subito sulla palma in oggetto, ha avviato lo studio urgente di un piano di azioni per salvaguardare lo specifico patrimonio arboreo in città di grande rilevanza dal punto di vista ambientale e paesaggistico, botanico ed economico che, solo nei giardini pubblici cittadini, annovera oltre 270 palme.

La palma sita in un giardino privato e oggetto del primo intervento mostrava i chiari sintomi dell’infestazione: l’esemplare, appartenente alla specie Phoenix canariensis, nota comunemente come palma delle Canarie, presentava una asimmetria della chioma determinata dalla caduta a terra, avvenuta la notte precedente la segnalazione, di ben cinque foglie. Scavando alla base delle foglie cadute ed aprendo le evidenti gallerie interne causate dall’insetto sono emerse diverse larve del coleottero, mentre nel terreno alla base della palma è stato trovato un insetto adulto, come documentano le foto realizzate durante il sopralluogo e l’intervento dal tecnico agronomo di ATA dott. Danilo Pollero.

Il giorno successivo il Servizio Fitosanitario della Regione Liguria constatava i sintomi dell’infestazione da punteruolo rosso disponendo l’immediato abbattimento della palma, già effettuato da ATA in accordo con la proprietà, in considerazione del grave pericolo derivante dalla diffusione dell’insetto per i popolamenti palmizi presenti nel Comune di Savona e alla presenza del personale del già menzionato Servizio Fitosanitario della Regione Liguria seguendo tutte le prescrizioni indicate nel “Piano d’azione regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione del Punteruolo rosso della palma (Rhynchophorus ferrugineus)”. La presenza di questo coleottero mette a rischio infatti un patrimonio ineguagliabile: le palme di ville pubbliche e private, giardini storici, piazze e viali alberati di inestimabile valore per il significato storico, paesaggistico, estetico-compositivo e culturale. La lotta è pertanto obbligatoria su specifiche disposizioni del Servizio Fitosanitario della Regione Liguria.

Le azioni che Il Comune intende promuovere attraverso ATA comprendono una campagna informativa che partirà al più presto, il censimento delle palme private, controlli ed eventuali interventi di lotta preventiva utilizzando diversi metodi di lotta chimica e biologica, adottando tutti gli accorgimenti tecnici che permettano di evitare o limitare l’insediamento del parassita. Gli interventi di profilassi a cui dovranno attenersi tutti i proprietari di palme per contrastare sin dall’inizio la diffusione del punteruolo rosso sono i seguenti: far ispezionare periodicamente in maniera accurata tutte le piante suscettibili di attacco dal parte del coleottero; effettuare una accurata potatura delle vecchie foglie e delle infiorescenze secche; evitare i tagli delle foglie verdi o, se indispensabili, effettuarli nel periodo invernale; coprire e disinfettare le ferite eventualmente presenti o procurate nelle operazioni di potatura utilizzando paste insetticide.

“L’intervento di ATA è stato tempestivo – sottolinea l’assessore all’Ambiente Jorg Costantino – rispetto alla prima segnalazione giunta sulla presenza del coleottero nel nostro territorio comunale. A questo punto bisogna mettere in atto al più presto tutte le azioni utili a contrastare sin da subito la diffusione di questo insetto per salvaguardare un patrimonio verde di primaria importanza per la città, e noi ci stiamo attivando in tal senso”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.