Mini

Andora si prepara alla seconda edizione del “Festival del Bonsai”

Propone un viaggio nella tradizione giapponese attraverso le affascinanti piante

Andora. Il 26 e 27 settembre i bonsai saranno protagonisti della seconda edizione del Festival del Bonsai di Andora, sono la porta privilegiata per conoscere le tradizioni più antiche e quotidiane del Giappone.

Il Festival del Bonsai, importante evento del settore a livello nazionale, organizzato dal Comune con la preziosa collaborazione dell’Associazione Culturale Drynemetum, propone una mostra mercato con più di trenta produttori e commercianti, una mostra che presenta una collezione di 40 bonsai ed eventi con dimostrazioni e conferenze che faranno entrare i visitatori a contatto con le tradizioni più antiche del Giappone. Fra le novità anche il Punto Street Food, curato dalla Pro Loco di Andora, attivo in tutte e due le giornate, che proporrà specialità liguri accompagnate da birra Giapponese.

Sabato 26 settembre, alle 9 sarà aperta la mostra mercato, mentre alle 11 sarà inaugurata la mostra dei Bonsai che, durante i due giorni dalla manifestazione, sarà possibile visitare anche accompagnati da un esperto. Per tutto il corso della manifestazione, l’artista Sonia Stella, disegnerà e farà provare la tecnica del “Sumi-e”, la pittura a china giapponese. Nello stand della Libreria Setsu-bun ci sarà la mostra “L’Origine dei Manga” che esporrà anche oggetti di arte giapponese.

Il festival si propone anche come un viaggio culturale che porterà i visitatori a contatto con le tradizioni Giapponesi più antiche. Nel centro del parco delle Farfalle verrà allestito, infatti, un “Tokonoma” uno spazio espositivo in legno per i bonsai, che un tempo era in tutte le case dei giapponesi ed ora solo in quelle dei più abbienti: di fatto, attraverso la tipologia di piante esposte, scandiva il mutare delle stagioni, ma anche gli eventi positivi e negativi che viveva le famiglia.

Il “Tokonoma” è una sorta di calendario delle stagioni e delle emozioni formato da un Bonsai, da una Shitakusa, una pianta da compagnia che si accompagna al bonsai e da un Kakejiku, una stampa con disegni o frasi in sintonia con le piante. Il Kusamono, altra tipologia di pianta, può essere, invece, esposto da solo.

Per chi voglia scoprire di più di questa affascinante usanza così legata alla coltivazione e cura del bonsai e delle sue piante da compagnia, potrà seguire la conferenza “Shitakusa e Kusamono, il mondo delle erbe nel ToKonoma” in programma sabato dalle 15 alle 18, che approfondirà questa argomento con gli esperti Silvia Orsi e Edorardo Rossi.

Ospite altrettanto importante della prima giornata sarà Carlos Hebeisen, famoso maestro vasaio svizzero che, nella conferenza “Kusamono, ceramica ed estetica giapponese”, in programma sabato dalle 18 alle 19, parlerà degli stili di vasi per kusamono. Alle 20 ci sarà la cena conviviale, aperta a tutti e curata dalla Pro Loco. La giornata di sabato si chiuderà alle 23.

Domenica 27 settembre, la manifestazione sarà aperta dalle 9 alle 19. Dalle 10 alle 13 ci sarà la dimostrazione di tecniche bonsai dell’istruttore Edoardo Rossi. Dalle 15 alle 18 si svolgerà la dimostrazione e conferenza “Bonsai, Suiseki & Kakejiku occidentale” a cura di Sonia Stella e Edoardo Rossi. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.