Esemplari rari

A “caccia” di testuggini palustri: visita al “Centro Emys” di Leca d’Albenga

Tartarughe Emys

Albenga. Nell’ambito del “Progetto Oasi” il WWF Savona parteciperà all’iniziativa dedicata alle testuggini palustri coordinata dal WWF Italia. Le due testuggini di acqua dolce autoctone presenti in Italia, Emys orbicularis ed Emys trinacris, sono le prime due specie “target” sulle quali è stata avviata un’azione coordinata nel Sistema delle Oasi WWF siti di Rete Natura 2000.

Le azioni di conservazione legate a queste “specie bandiera”, biologicamente all’apice delle catene trofiche degli habitat umidi, intendono contribuire alla tutela delle popolazioni rimaste e delle intere biocenosi di cui fanno parte, legate alle zone umide divenute ormai sempre più rare attraverso anche la sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

Il 19 settembre 2015, grazie alla collaborazione della Provincia di Savona e dei partner del progetto LIFE EMYS (LIFE12 NAT/IT/000395), sarà possibile visitare dalle ore 16.00 alle ore 18.00 il “Centro Emys”, luogo di eccellenza per l’allevamento e la conservazione della rarissima testuggine palustre ingauna (Emys orbicularis ingauna).

Durante la visita guidata sarà possibile osservare individui adulti, giovani e neonati ed apprendere interessanti informazioni sulle problematiche, sui modi di vita e sugli habitat frequentati da questa sottospecie esclusiva del ponente savonese. Il “Centro Emys” è situato in regione Isolabella, nella frazione di Leca d’Albenga.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.