Successo

Toirano, trionfo per “Gunbi on the rock”: oltre 10 mila visitatori all’ex cava di Martinetto fotogallery video

L'associazione "Festa dei Gumbi" ringrazia tutti quanti hanno contribuito al successo

Toirano. Tre giorni di buon cibo e buona musica in una location sperimentale e un po’ “coraggiosa” che si sono trasformati in un enorme successo. E’ più che positivo il bilancio della prima edizione di “Gunbi on the Rock”, la nuova versione della tradizionale festa toiranese che quest’anno si è tenuta presso le ex cave di Martinetto.

Come noto, alcune questioni hanno impedito lo svolgimento della festa già a partire dall’edizione dello scorso anno, che doveva essere la trentesima. Le stesse ragioni rischiavano di mettere a repentaglio anche quella di quest’anno. L’associazione che organizza la festa, però, non si è data per vinta e così ha deciso di trasferire la festa in una nuova sede, cioè l’ex cava di Martinetto, e di rivederne alcune caratteristiche.

Il successo è stato enorme, come confermato dal gran numero di ospiti che ogni sera hanno preso d’assalto le cucine e i “tavolacci” dell’area sagre e si sono fermati ad ascoltare i gruppi invitati ad esibirsi sul palco al centro della spianata.

“Sono state tre serate fantastiche, con buon cibo e spettacoli mozzafiato in una location unica che ha lasciato senza parole chiunque vi abbia messo piede, il pubblico, i tecnici e gli artisti stessi – dicono i membri del direttivo dell’associazione “Festa dei Gunbi” – Vedere arrivare moltissima gente già dalla prima serata è stata una forte emozione e ancor più unico è stato ricevere da molti complimenti e ringraziamenti per lo spettacolo offerto. Pensare a mente fredda di essere riusciti a convincere oltre 10 mila persone a credere nel nostro nuovo progetto, portarle in una cava ai più sconosciuta, abbandonare le luci del centro abitato e inoltrarsi nella buia montagna ha dell’incredibile”.

“E’ stato un successo su tutta la linea, tutto seppur migliorabile ha funzionato, anche il tanto temuto servizio navetta mai utilizzato prima, la viabilità e il deflusso finale del pubblico che ci ha sempre accompagnato fino alla fine dell’ultimo spettacolo serale”.

Ad una settimana da questo trionfo, è ora di fare qualche ringraziamenti: “L’associazione ‘Festa dei Gunbi’ vuole ringraziare tutte le persone che hanno lavorato alla riuscita di questo bellissimo evento – si legge in una nota – In primis il direttivo che, con dedizione e un po’ di sana pazzia, tre mesi fa in una cantina ha partorito la folle idea di realizzarlo per dare un obiettivo e probabilmente un futuro alla stessa associazione. Poi i tecnici incaricati che hanno risposto con entusiasmo e coraggio svolgendo un lavoro immane in tempi strettissimi per avere il responso positivo dalla commissione provinciale richiesta dal Comune: primo tra tutti il geometra Emanuele Corridori che ha messo insieme una squadra magnifica composta dagli ingegneri Daniele e Simone Cabrini, Mauro Piuma, dalla geologa Flora Rosa e dall’ingegnere Angelo Fiori”.

“Le associazioni che hanno partecipato pur sapendo che probabilmente non ci sarebbe stata la possibilità di elargire alcun contributo viste le spese sostenute per la messa in sicurezza della cava e l’allestimento: l’Asd Toirano, il Gruppo di San Pietro, il Cycnus, il Maremola Volley, l’Uslt, il Sert Savona, il Cai “Gruppo non solo mare” e i Ragazzi di San Giorgio. I volontari, tutti dal primo all’ultimo, che hanno messo il loro tempo sia poco che tanto alla riuscita dell’evento, la polizia municipale, la protezione civile, i vigili del fuoco, gli sponsor e il direttore artistico Giampiero Baldini che ci ha dato la possibilità di scegliere dei gruppi musicali, un palco e un service di assoluta qualità, grazie ancora a tutti sperando di non aver dimenticato nessuno”.

“Ringraziamo anche l’amministrazione comunale per il patrocinio e per averci concesso l’utilizzo di un’area dimenticata dandoci la possibilità di dimostrare cosa siamo stati in grado di fare in soli 2 mesi di lavori e che siamo sicuri poter valorizzare al meglio se l’utilizzo ci fosse permesso anche nei prossimi anni. Siamo pieni di progetti, di idee e di buona volontà, chiederemo nelle opportune sedi la possibilità di fare qualcosa di duraturo ed esclusivo per il nostro paese”.

leggi anche
Toirano, la Festa dei Gumbi riparte dall'ex cava di Martinetto
Ripartenza
Toirano, la Festa dei Gumbi riparte dall’ex cava di Martinetto
gunbi toirano
Alternativa
Toirano, i Gumbi risorgono e cambiano pelle: ad agosto c’è “Gumbi on the Rock”
gunbi toirano
Polemica gunbi
Gunbi, l’ex sindaco Silvano Tabò allontana le accuse: “Non siamo stati noi a sfrattare la festa”
gunbi
I Gunbi si fermano un anno, il sindaco di Toirano: “Noi fatto il possibile, ora proviamo a colmare il ‘vuoto'”
gunbi
In fumo
Toirano, anche nel 2015 niente Gunbi: per sostituire la “Cucina del Marchese” servono 70 mila euro
gunbi toirano
Divieto di sosta
Toirano, Gunbi ancora in dubbio. Infantino: “L’amministrazione non concede l’uso del Parco del Marchese”
gunbi
No parco no party
Toirano, il sindaco replica ad Infantino: “Lo sfratto dei Gunbi messo in atto da vecchia amministrazione”
gunbi
Economia
I Gunbi si fermano ma è polemica fra turisti e abitanti: “Paese per vecchi, senza di noi non esistete”, “Tornate a casa”
Toirano, grande successo per la prima edizione di "Gumbi on the Rock"
Bis
Toirano, alle ex cave di Martinetto torna “Gunbi on the rock”
Toirano, grande successo per la prima edizione di "Gumbi on the Rock"
On stage
Toirano, ecco chi si esibirà sul palco di “Gunbi on the rock”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.