IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Spiderman” in azione in Darsena a Savona: nuovamente danneggiato il ponte mobile video

E' l'ottavo atto vandalico in 3 mesi e mezzo, più di 1 ogni 2 settimane, nonostante un sistema di telecamere che rende inevitabile essere identificati e denunciati

Più informazioni su

Savona. E’ l’ottavo atto di vandalismo grave nell’arco di tre mesi e mezzo, da quando è stato inaugurato. Un record ben poco invidiabile, quello stabilito dal nuovo ponte mobile della Darsena di Savona: un “raid” ogni due settimane, tre solo nell’ultimo mese. Questa la sintesi di una storia travagliata, con i primi episodi che risalgono addirittura alle prime due settimane di funzionamento.

vandalo ponte mobile

L’ultimo è accaduto domenica notte, e come in tutti gli altri casi è stato immortalato dalle telecamere: le immagini (in alto, con il volto offuscato per ragioni di privacy) mostrano un giovane che, alle 5.45, scavalca i parapetti del ponte (in quel momento in modalità “aperta” per consentire il transito dei natanti): il novello Spiderman prima si dondola sulla fune anticollisione, quindi passeggia sull’anta aperta e alla fine se ne va con un ultimo scavalco.

Una “passeggiatina sul filo” tutt’altro che indolore: la conseguenza della bravata, infatti, è stato l’ennesimo blocco del ponte. Per ripristinarne il funzionamento è stato necessario l’intervento della ditta specializzata. Fuori orario e in un festivo: tutti bonus a carico dei contribuenti, of course.

Quella di “Spiderman” è purtroppo, come detto, soltanto l’ultima di una serie di imprese, tra danni ai meccanismi di rotazione o ai sistemi di arresto d’emergenza: e ogni volta è necessario l’intervento di tecnici qualificati che tarino nuovamente l’intero sistema per ripristinarne il perfetto funzionamento. Di seguito il video di un episodio simile, circa un mese fa.

Allo scopo di arginare questi fenomeni, nella zona sono state installate delle telecamere di sorveglianza iper-tecnologiche, con un’altissima risoluzione che consente di distinguere con estrema chiarezza i volti di chiunque entri nel campo visivo degli apparecchi. Un sistema che rende inevitabile essere identificati e denunciati, ma che evidentemente finora non è servito come deterrente contro la stupidità di alcuni. Per “Spiderman” ora saranno guai: l’Autorità Portuale ha attivato la procedura, ormai di prassi, presso i propri uffici legali e la Polizia Marittima per la denuncia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da simone_torello

    Se magari i nostri amministratori e magistrati, visto che hanno la possibilità di beccarlo, una volta preso gli fanno pagare i danni e magari lo espongono alla pubblica conoscenza, visto che la privacy dovrebbe valere solo per i cittadini onesti e non per permettere a questi sottosviluppati mentali dannosi per la società di agire indisturbati. Qualche mese a pulire il letto del Letimbro, marciapiedi e tombini e da una parte paga il suo debito con la società, dall’altra non si annoia, si stanca e gli passa la voglia di andare di notte in giro a fare bravate costose per il pubblico contribuente.

  2. Scritto da Sergio Sanguineti

    e li meritate, compagni!… Sono il prodotto, il prodotto del “disagio sociale”, le conseguenze del “vietato vietare”, nell’ottica di demolire tutto ciò che fa parte della “società borghese”… Non vi ricordate più, queste stronzate, scandite durante le barricate da voi (e dai vostri comunisti padri) erette contro i “fascisti” poliziotti… Ora, ci sguazzano psicologi, soloni, “esperti” in convegni e congressi, ma, in soldoni, è tutta manna!… Quando li avranno beccati, ci sarà un ex sessantottino che, dallo scranno, avrà la solita mano lieve, magari trattandosi di minorenni… Intanto è sempre lo spremuto contribuente a far fronte a queste devastazioni ma anche voi, compagni savonesi, così ligi all’ordine di scuderia per mantenere la città ad un livello sempre peggio!… Il vandalismo su cessi, muri, monumenti, strade, sottopassaggi, pubbliche strutture, pensiline, “giardini” fa parte del “mea culpa” che dovete recitare voi, compagni! Il “sociale” è stato infaustamente “regalato” a voi dalla Democrazia Cristiana a livello nazionale, insieme alla Sanità ed all’Istruzione… I risultati sono a tutti noti e sono nelle lamentele di tutti, anche dei vostri ignoranti e masochisti sostenitori, “illuminati” amministratori savonesi!