IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rogo al Follia, danni anche al mobilificio Parodi Home: “Non credo riapriremo più” fotogallery video

Il fumo, la fuliggine e l'acqua penetrati all'interno hanno danneggiato l'esposizione di mobili

Altare. Si è salvato dalle fiamme, ma non dal fumo, dalla fuliggine e dall’acqua. Il rogo di questa notte al “Follia!” di Altare, il noto locale di lap dance, ha fatto ingenti danni anche all’interno del mobilificio situato affianco, il Parodi Home.

incendio night altare

Il capannone è attaccato alla struttura del Follia: la parete che divide i due locali è riuscita a tenere lontano il fuoco, ma l’incendio l’ha danneggiata al punto che all’interno sono penetrati prima il fumo e poi, durante il lungo ed estenuante lavoro dei vigili del fuoco, la fuliggine e l’acqua usata per spegnere le fiamme.

La struttura ha subito danni limitati, che riguardano principalmente l’impianto elettrico ed il controsoffitto del piano superiore, letteralmente sciolto dal calore e quindi crollato; i danni più gravi riguardano però l’esposizione di mobili all’interno, che è completamente da buttare a causa delle chiazze di fumo e dell’odore. Ancora impossibile dare una stima precisa del danno, ma si parla di alcune centinaia di migliaia di euro.

“I mobili sono rovinati, è tutto distrutto – commenta sconsolato il titolare, Terenzio Parodi – non si salva assolutamente nulla, quando i mobili si impregnano di quell’odore lì non lo togli più”. Il dolore è palpabile, mentre Terenzio osserva il lavoro di una vita andato letteralmente in fumo: “In un periodo come questo, dove già è difficile andare avanti e c’è poco lavoro, una cosa così ti distrugge definitivamente. Già da anni tenevamo aperto senza riuscire a guadagnare più nulla, solo per vedere se cambiavano i tempi… e ora non credo che riapriremo più“.

Decisivo sarà capire se il danno verrà comunque coperto o meno dall’assicurazione: ad andare materialmente a fuoco infatti è stato il locale affianco e non quello del mobilificio, un dettaglio che rischia di far catalogare l’accaduto come danneggiamento. E senza la copertura finanziaria, riaprire per Parodi sarà davvero impossibile.

Sulle cause dell’incendio, che secondo i carabinieri sarebbe stato appiccato dall’ex marito della titolare del Follia, Parodi è perplesso: “Purtroppo quando si ha anche fare con quegli ambienti lì… – apre le braccia – La convivenza col locale non ci ha mai creato problemi, questo no; però sono sorte delle difficoltà tra loro, e così lui ora ha fatto questo gesto. Era già un po’ che girava qui intorno, venerdì è passato qua con la moto per tutto il giorno…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.