Avvelenatore seriale a Loano, già morti 10 germani reali: ora si teme per cani e gatti - IVG.it
Enpa denuncia

Avvelenatore seriale a Loano, già morti 10 germani reali: ora si teme per cani e gatti

Loano. Viva preoccupazione della Protezione Animali per un nuovo avvelenamento di animali selvatici iniziato ieri a Loano, nel torrente Nimbalto in corrispondenza della piscina comunale. “Finora – fanno sapere – sono morti dieci germani reali, mentre tre soggetti ancora vivi sono stati soccorsi dai volontari dell’ENPA per le cure; un fatto identico si era verificato il 15 gennaio scorso in zona Marinella e sia allora che ieri alcuni passanti avevano visto un uomo gettare, con fare sospetto e quasi con rabbia, bocconi di pane”.

Il timore è  che anche altri volatili, quali passeri, merli e colombi, siano andati a morire nel circondario. L’ENPA fa quindi appello ai proprietari di cani ed ai volontari che si occupano delle colonie feline affinchè controllino gli animali ed evitino che mangino eventuali sostanze sospette; le guardie zoofile dell’associazione stanno effettuando controlli per accertare cause e responsabilità.

“Chi possa dare informazioni utili è pregato di telefonare allo 019/824735 o inviare una mail a savona@enpa.org – scrivono – o rivolgersi direttamente a polizie Municipale e Provinciale, Carabinieri, Guardia Forestale e di Finanza, tutti competenti ed obbligati a perseguire i maltrattamenti di animali”.

“Ogni anno in provincia di Savona si verificano oltre 150 episodi di avvelenamenti di animali, o sospetti tali – rivela l’ENPA – sia deliberatamente mirati alla loro uccisione che conseguenze di errato o illecito uso di sostanze chimiche, con la morte di decine di cani e gatti di proprietà, di gatti liberi ed un numero molto grande di volatili e mammiferi selvatici”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.