IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, raro esemplare di ghiandaia marina soccorsa dall’Enpa

Savona. Una bellissima ghiandaia marina è stata soccorsa dai volontari della Protezione Animali in un prato nel quartiere di Legino a Savona. Il volatile, che non riusciva a volare probabilmente per la stanchezza associata al mancato ritrovamento di cibo, ora è in cura presso la sede Enpa dove viene alimentato adeguatamente (si ciba di insetti e piccoli rettili, roditori e rane), nella speranza di poterlo riabilitare e metterlo in condizioni di migrare in Africa a metà estate.

“In Liguria è abbastanza raro e solo di passaggio, in Italia nidifica soprattutto in Sardegna; a primavera il maschio si esibisce in straordinarie evoluzioni aeree per attirare la femmina, con cui costruisce il nido negli incavi degli alberi, dove vengono deposte 4 o 5 uova, covate da ambedue i genitori” spiegano dall’Enpa.

“Nel solo mese di giugno sono stati oltre 400 gli animali selvatici feriti, in difficoltà ma soprattutto nidiacei, soccorsi dai volontari Enpa: 120 gabbiani, 20 gazze, 15 germani reali, 30 merli, 35 passeri, 15 ricci, 30 rondoni, 25 tortore, oltre a numerosi allocchi, balestrucci, cinciallegre, civette, colombi, ghiandaie, gufi, pipistrelli e taccole. Il tutto senza alcun contributo dalla Provincia, titolare per legge dei soccorsi, ma neppure di altre associazioni che pur nei loro statuti hanno la tutela della fauna; ben pochi cittadini poi si offrono di portare gli animali ritrovati alla sede, per cui le sole spese di carburante per le due auto utilizzate assommano, sempre per il mese di giugno, a 900 euro. Enpa, associazione privata di volontariato che non ha mai avuto contributi statali, non sa fino a quando riuscirà a garantire questo importante servizio per la comunità, molto apprezzato dai tanti turisti che trascorrono le vacanze in Riviera e non sopportano che animali bisognosi di cure vengano lasciati morire per strada, come accadrebbe se non intervenissero i volontari sempre pochi e sempre più stanchi” concludono dall’associazione animalista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.