La ripresa

Crescono le assunzioni nel Savonese in ristoranti, bar e bagni marini

chef, cuochi, ristorante

Savona. Più assunzioni tra il 22 giugno e il 5 luglio. Una bella boccata d’ossigeno in una provincia da profondo rosso. Dai dati elaborati dall’Osservatorio sul Mercato del Lavoro si evince che sono in aumento, in quello stesso lasso di tempo anche le cessazioni effettuate da aziende locali, ma in lieve diminuzione rispetto al 2014.

Il saldo fra aziende savonesi che assumono e aziende che licenziano risulta positivo per 813 unità rispetto alle 706 del 2014.
 Ristorazione (383 assunzioni), alberghi (281), stabilimenti balneari (186), bar (175) sono i comparti in cui si ritrovano le aziende con maggior numero di assunzioni. I comparti in cui le aziende locali hanno effettuato il maggior numero di cessazioni sono invece quelli dell’istruzione, agricoltura e famiglie come datori di lavoro di personale domestico.

Il confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente fa rilevare quindi una performance positiva con numeri più contenuti: i lavoratori cessati nel periodo di fine giugno – inizio luglio erano 2.272 nel 2014 e sono scesi a  2.148 nel 2015.
Due sono tradizionalmente le qualifiche professionali più numerose nel periodo: gli insegnanti il cui numero in uscita dal mercato passa da 621 unità nel 2014 a 605 nel 2015 e i braccianti agricoli che erano 175 nel 2014 e diventano 210 nel 2015.

leggi anche
disoccupazione
Economia
Lavoro, nel savonese il 2015 inizia male: 185 nuovi disoccupati in due settimane

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.