Due

Quiliano è il primo comune in Liguria ad istituire il registro per la bigenitorialità

Il consiglio comunale ne ha approvato l'istituzione lunedì scorso

Quiliano Comune

E’ Quiliano il primo comune della regione Liguria in cui è stato istituito il registro per la bigenitorialità a seguito dell’approvazione all’unanimità della relativa delibera del consiglio comunale di lunedì 13 luglio, su proposta dell’assessore Giuria.

La sensibilità dei consiglieri, riguardo ad una tema così delicato e molto spesso discusso, è rivolta alla tutela dei figli di genitori separati. Il concetto di bigenitorialità, introdotto dalla legge 54 del 2006, ha tra gli obiettivi quello di favorire la costante relazione del minore con entrambi i genitori e di conseguenza il fine ultimo di un affido condiviso.

L’istituzione di questo registro garantirà il diritto del minore di vedere egualmente coinvolti i propri genitori nelle decisioni importanti che lo riguarderanno relativamente alla salute, all’educazione e all’istruzione. Questi diritti saranno inoltre garantiti anche nei casi in cui i genitori siano in pendenza di giudizio di separazione o di divorzio, ponendoli di fatto sullo stesso piano.

Il minore avrà così una doppia domiciliazione coincidente con le abitazioni dei genitori e, anche se dal punto di vista anagrafico non avrà alcun tipo di rilevanza legale, sarà un modo idoneo per le istituzioni di comunicare con entrambi i genitori rendendoli partecipi sulle informazioni che riguardano il figlio.

Gli interessati potranno presentare un’istanza per l’iscrizione nel registro presso l’ufficio anagrafe del comune. È sufficiente anche la richiesta di un genitore soltanto, all’altro verrà comunque data comunicazione.

L’istituzione di questo registro è stato fortemente voluto anche dall’associazione Papà Separati Liguria Onlus, da sempre molto impegnata sul campo della tutela dei diritti dei figli di genitori separati per un equanime coinvolgimento dei genitori durante la fase di crescita del minore.

leggi anche
genitori separati
Diritti
L’Associazione Papà Separati chiede la creazione di un registro comunale per la bigenitorialità

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.