Dopo l'interrogatorio

Operazione “Due Leoni”, gli arrestati dal gip: 2 ai domiciliari, uno libero

Il giudice Filippo Maffeo li ha interrogati sabato scorso

operazione due leoni

Savona. Sono state interrogate sabato mattina dal gip Filippo Maffeo le tre persone, Marcello Marras, 46 anni, originario di Cagliari ma residente a Savona, la sorellastra Annalisa Celestini, 30 anni, domiciliata a Savona, e il convivente di quest’ultima, Yuri Lubello, 32 anni, finite in manette nell’ambito dell’operazione antidroga “Due leoni” condotta dalla polizia di Savona.

Dopo averli ascoltati il giudice ha deciso di disporre gli arresti domiciliari per i due uomini, mentre la donna è stata rimessa in libertà con l’obbligo di firma. Marras doveva rispondere della detenzione di una pistola semiautomatica a tamburo calibro 38 (rubata nel dicembre 2014 ad un savonese che la deteneva regolarmente), la classica rivoltella, con le relative cartucce (sette), ma anche un grammo di hashish, diversi cellulari, un bilancino elettronico, assegni e diversi documenti riconducibili secondo i poliziotti all’attività di spaccio.

La coppia di conviventi invece della detenzione di 38 cartucce calibro 38 “Smith&Wesson” special di marca “Fiocchi” (32 con le ogive in rame, sei in teflon), ma anche un panetto da un etto di hashish, un frammento di eroina in pietra da 11 grammi e un contenitore con una quarantina di semi e foglie di marijuana. Per loro era così scattata la contestazione di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione (per le munizioni).

Secondo la ricostruzione della polizia, che da mesi teneva d’occhio gli arrestati, Marras, con la complicità di altri due quarantenni savonesi (che sono stati denunciati a piede libero), sarebbe stato l’elemento cardine di un’organizzazione che gestiva un intenso traffico di sostanze stupefacenti. Visti i quantitativi di droga (eroina, hashish e cocaina) smerciata, è stato accertato che il trio non si occupava di vendita “al dettaglio” ai tossicodipendenti, ma riforniva i pusher della rete di spaccio cittadina: non avrebbero ceduto mai quantità inferiori ai 10-20 grammi di cocaina o al mezzo chilo di hashish.

leggi anche
operazione due leoni
Operazione "due leoni"
Savona, maxi operazione antidroga: 3 arresti, 2 denunce e una pistola calibro 38 sequestrata

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.