IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meeting Città di Savona, triplo da record di Fabrizio Schembri: migliore prestazione italiana 2015 foto

Emozioni anche dallo sprint: Delmas Obou vince il "Memorial Giulio Ottolia"

Savona. Le attese per il 4° Meeting di Savona dedicato alla memoria di Giulio Ottolia erano tantissime. La gara sulla quale l’organizzatore Marco Mura aveva puntato era senza dubbio il salto triplo, con in gara i migliori specialisti nazionali.

Infatti proprio il triplo ha regalato grandissime emozioni ai numerosi spettatori accorsi al Fontanassa per gustarsi questo prestigioso evento.

Il carabiniere Fabrizio Schembri, già detentore del record del meeting, ha inanellato una serie di salti impressionanti. Hop step jump 16,86 migliore prestazione italiana 2015, togliendo lo scettro di migliore specialista nazionale a Fabrizio Donato, bronzo olimpico di Londra 2012 che pochi giorni fa a Losanna aveva saltato 16,60.

Nella serie di Schembri è arrivato anche il minimo per i mondiali con il 16,94 invalidato da un riffolo di vento in più 2,5 mt/s. Il carabiniere ha trascinato il varesotto Stefano Magnini al suo nuovo record all time con 16,35. Per lui anche un 16,52 ventoso. Sopra la fettuccia dei 16 metri anche il finanziere Andrea Chiari con 16,03.

La magica pista di Savona ha regalato grandi emozioni anche dallo sprint. Il campione italiano Delmas Obou si è aggiudicato il 4° “Memorial Giulio Ottolia” correndo i 100 metri in 10″51, precedendo l’under 23 Marco Gianantoni con 10″63. Bronzo all’atleta di casa Marco Lomuscio che con 10″67 ha stabilito la sua seconda prestazione all-time.

Al femminile si imposta l’allievo italoivoriana Zynaid Dosso con 11″83, mentre in batterie aveva fatto registrare un eccellente 11″79.

Nel mezzo giro di pista Pietro Pivotto stampa il suo nuovo record personale e la terza prestazione italiana 2015 under 23 con 21″11. La portacolori dell’Aeronautica Martina Amidei scende sotto ai 24 secondi facendo fermare il cronometro a 23″92 con vento superiore alla norma.

I 400 sono andati a Michele Tricca che corre in 47″50 davanti all’italo-ivoriano Christian Bapou che demolisce il sup record stabilendo la sesta prestazione italiana di tutti i tempi della sua categoria, siglando 47″86.

Gli 800 parlano africani con il senegalese Mor Seck che si aggiunge il 4° “Trofeo Gin Siccardo” stabilendo il nuovo record del meeting 1’48″54. Elisabetta Cornelli, dopo che la lepre Gaia Tarsi l’ha sapientemente portata a metà gara in 58″5, ha chiuso un po’ affaticata in 2’06″45 fallendo l’atteso record della manifestazione.

Salto in alto femminile con Anna Pau (Atletica Prato) che valica l’asticella posta a 1,81 stabilendo il nuovo record del meeting.

“Bilancio super positivo – dichiara l’organizzatore Marco Mura – con tantissimi atleti che nel nostro meeting hanno realizzato grandi prestazioni. La pista magica della Fontanassa, l’organizzazione impeccabile del Cus Savona e tanta passione hanno creato un’atmosfera agonistica di altissivo livello. Quest’anno la Fontanassa ha ospitato ben sette manifestazioni, che hanno visto quattro record italiani nelle distanza spurie del 25 aprile. Passando poi al Grand Prix Lanci del 30 maggio svolto insieme al Meeting Csen che ha visto gare di disco maschile, martello femminile e giavellotto maschile di livello internazionale. Adesso dopo la pausa estiva l’appuntamento alla Fontanassa è per il 19 settembre con in programma il terzo Meeting della Torretta con molti azzurri in gara”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.