Loano, gli abitanti delle Trexende presentano un esposto sul deposito dei mezzi Ata - IVG.it
Timori

Loano, gli abitanti delle Trexende presentano un esposto sul deposito dei mezzi Ata

A preoccupare i residenti i cattivi odori e la vicinanza con l'alveo del Nimbalto

Loano. Il procuratore della Repubblica di Savona, il presidente della Regione e quello della Provincia, il sindaco e il comando della polizia municipale di Loano, la forestale, l’Arpal e l’Asl.

Sono questi i destinatari dell’esposto presentato diversi giorni fa da alcuni abitanti della zona delle Trexende di Loano a proposito del deposito dei mezzi della nettezza urbana di proprietà di Ata che si trova in via Orsolani, la parallela a via delle Trexende.

Il deposito sorge all’interno di un terreno privato che l’azienda partecipata ha preso in affitto tre anni fa ed utilizza come “parcheggio” per i camion e come area di servizio per i dipendenti e non come area di stoccaggio per i rifiuti. Lo stesso, però, secondo gli abitanti della zona che hanno deciso di presentare l’esposto dal deposito si sprigionano effluvi maleodoranti che rendono la loro vita molto difficile.

“I mezzi vengono utilizzati per la raccolta dei rifiuti del comprensorio pietrese – sottolineano i firmatari dell’esposto – L’area in questione dovrebbe avere funzione di posteggio, non di stoccaggio rifiuti, quindi non si capisce il motivo di questi odori”.

La cameretta di mio figlio di quattro anni – aggiunge un altro abitante – affaccia direttamente sul deposito. In estate siamo costretti a tenere le finestre chiuse a causa della qualità dell’aria. E anche in inverno è impossibile lasciarle aperte per la bassa pressione. Opero nel settore sanitario e sono seriamente preoccupato per questo disagio e per le eventuali conseguenze sulla salute di mio figlio”.

C’è poi un altro problema: “L’area – si legge ancora nell’esposto – confina con l’alveo del Nimbalto. Eventuali lavaggi dei mezzi o ancor più fuoriuscite o perdite di percolato dai camion carichi comporterebbe un serio problema ambientale. Un altro punto che ci crea perplessità è dove vengono depositati i rifiuti raccolti da Ata il sabato e la domenica pomeriggio, quando la discarica è chiusa”.

Tutte queste perplessità hanno spinto i residenti a presentare ricorso alle autorità: “Abbiamo già segnalato il problema al Comune di Loano, il quale pare abbia riscontrato alcune problematiche. Ma ad oggi nulla è cambiato. Siamo molto preoccupati dal perdurare di questa situazione e perciò chiediamo che vengano effettuati tutti gli accertamenti del caso perché venga escluse irregolarità nella gestione dell’area“.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.