IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio a Savona, padre ucciso dal figlio: preso dalla Polizia di Stato fotogallery

Delitto a seguito di una lite familiare: l'anziano ucciso a coltellate

Giallo già risolto a Savona nella via privata Luigi Sambolino, dove un cadavere è stato ritrovato sulle scale tra il terzo e quarto piano dell’edificio al civico 4. Secondo quanto appreso dagli investigatori, il delitto sarebbe maturato al termine di una lite familiare, scoppiata per futili motivi. Sono ancora in corso indagini da parte della Polizia di Stato: sul posto stanno operando i poliziotti della Questura di Savona, sono in corso i rilievi all’interno dell’alloggio e nelle scale del condominio dove è stato trovato il corpo.

omicidio savona

Luigi Frumento, 52 anni, che abitava nello stabile e da tempo soffriva di problemi di esaurimento nervoso, ha ricevuto una visita dal padre, Mario, classe 1932, che spesso passava a trovarlo anche per portargli le medicine necessarie per la sua cura. Stando alle prime testimonianze raccolte, in particolare la vicina di casa del piano di sotto, è scoppiato un violento diverbio, con il giovane che ha aggredito con ferocia il padre, in preda ad un vero e proprio raptus omicida, colpendolo con un coltello da cucina e facendolo poi cadere dalle scale della palazzina. I poliziotti stanno svolgendo i dovuti accertamenti sull’arma del delitto, il coltello utilizzato dal 52enne per uccidere l’anziano padre.

L’uomo è stato trovato in una pozza di sangue ed era già deceduto. Il figlio, in preda al panico, ha allertato un vicino di casa, il titolare del negozio “Aro Meccanica” di corso Viglienzoni, che l’ha visto con le mani sporche di sangue: “Ho litigato con mio padre, non sta molto bene”. “Ho fatto una cavolata” ha proseguito l’uomo. Così il commerciante ha avvertito subito la polizia.

Una volta arrivati gli agenti della Questura di Savona è stato tratto in arresto, rinchiuso nella camera di sicurezza della Questura di Savona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Tra i due non era la prima lite e, a quanto pare, i rapporti si erano già da qualche tempo deteriorati. Le discussioni sarebbero state frequenti, anche a seguito del peggioramento dello status psico-fisico del figlio, fino al delitto di questa mattina con la violenta aggressione iniziata all’interno della casa. Sempre secondo i primi accertamenti, Luigi Frumento avrebbe prima ucciso il padre con alciune coltellate al petto e quindi, dopo aver cercato aiuto dal meccanico, avrebbe cercato di trascinare il corpo del padre giù dalle scale utilizzando il tappeto dell’appartamento, ritrovato sporco di sangue e al vaglio della polizia scientifica.

Sul luogo del delitto si sono recati anche il pm di turno della Procura savonese Vincenzo Carusi assieme al medico legale Marco Canepa che ha svolto un primo esame del cadavere: sembrerebbe confermata la tesi secondo cui il decesso sarebbe stato provocato a seguiti dei fendenti inflitti dal figlio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.