IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecco i vandali della Darsena ripresi mentre danneggiano il nuovo ponte mobile fotogallery video

I giovani teppisti inchiodati dalle telecamere di videosorveglianza

Savona. Non sono sfuggiti agli occhi elettronici delle potentissime telecamere di videosorveglianza i vandali che l’altra notte hanno danneggiato il nuovo ponte a raso della darsena di Savona. La struttura è stata inaugurata solo due mesi fa, ma ha già stabilito un invidiabile record subendo cinque raid in poco più di 60 giorni (praticamente uno ogni due settimane circa).

Savona Ponte Mobile Raid

Come in tutti i casi precedenti, però, anche questa volta i vandali sono stati “beccati” dagli apparecchi così si vede nel video in esclusiva di Ivg.it (nel quale i visi dei vandali sono stati sfocati per questioni di privacy).

La settimana scorsa un gruppo di ragazzini (evidentemente annoiati da ciò che la vita notturna locale aveva da offrire) ha pensato di danneggiare il pulsante di arresto di emergenza che si trova alle estremità del ponte e ne blocca il movimento in caso di necessità.

Il danno provocato non si limita alla rottura e conseguente dell’apparato di sicurezza danneggiato, ma comporterà l’intervento di tecnici qualificati che dovranno tarare nuovamente l’intero sistema in modo che sia perfettamente funzionante qualora dovesse essere necessario interrompere l’apertura del ponte.

A inchiodare i vandali, come detto, sono state le nuove e iper-tecnologiche telecamere di videosorveglianza installate in zona, che hanno un’altissima risoluzione e quindi consentono di distinguere con estrema chiarezza i volti di chiunque entri nel campo visivo degli apparecchi.

In occasione dei precedenti episodi simili autorità portuale e Comune avevano ricordato come la zona fosse monitorata da “occhi elettronici” di ultimissima generazione e perfettamente in grado di rendere riconoscibili i visi degli autori dei danneggiamenti. Il vice sindaco Livio Di Tullio aveva invitato i teppisti ad interrompere le loro attività notturne: “Mi sono stati segnalati anche diversi atti di vandalismo, per ora di piccola entità, da parte di alcuni ragazzetti. Mi rivolgo a loro (anzi, tra tutti diamoci una mano a fargliela capire): a parte il rischio che correte di farvi male, vi ricordo che il ponte è videosorvegliato e quindi prima o poi vi beccano. Quindi se proprio non siete dei somari, conviene smetterla. A buon intenditor…”.

Un invito che evidentemente non ha sortito l’effetto desiderato, dato che ancora l’altra notte alcuni ragazzi hanno deciso di accanirsi sul “povero” nuovo ponte. La loro bravata, però, potrebbe costare cara: le immagini, infatti, vengono conservate solo per poche ore, a meno che non vi siano necessità legali legate a querele e denunce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea di sopra

    il reato di danneggiamento è procedibile d’ufficio, quindi non c’è bisogno di nessuna denuncia o querela, se i sig.ri VV.UU. avessero la buona volontà di acquisire il video presso l’ente che lo detiene o presso lo stesso IVG che lo ha ricevuto in forma integrale e poi lo ha “oscurato”, non credo che ci voglia molto tempo a identificare quei ragazzi e a denunciarli.

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    4 coglioncelli annoiati e probabilmente brilli dopo una serata a cazzeggiare in darsena, tra qualche birra comprata dal supermercato, nei pub costa troppo) e qualche “trombone” fumato. Il Comune non calca la mano…evidentemente tra i 4 coglioncelli di turno si annida qualcuno della Savona bene, ovvero la Savona da “sniffare” o la Savona delle “ammucchiate”. Del resto sono figli di genitori a loro volta “annoiati”, cosa dovrebbero fare di altro?

  3. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Io vedo un ragazzo che con il dito indice preme un pulsante…ma sarò sicuramente scemo io.

    1. Scritto da alvaro felici

      Anche io!Scemo tess. num2.
      Se sto pulsante di autodistruzione del ponte io (da scemo eh…)lo metterei in una zona controllata o raggiungibile solo da addetti…in caso servisse…

      Rey sempre informato alla grande eh?
      Bè certo i sudditi van conosciuti.Fai le ronde con l’AlfaSud per avere tutto sotto controllo eh?

  4. Scritto da montenotte

    Il Vice Sindaco aveva invitato i teppisti ad interrompere le loro attività notturne. Morti di paura da queste “tremende”
    minacce hanno continuato a fare i vandali.Mi farebbe piacere conoscere il costo di questi atti di vandalismo di “piccole entità” che comunque paghiamo noi e non i genitori di questi vandali come dovrebbe essere in una società civile.Però mi viene anche il sospetto che forse sono stati riconosciuti come “figli di papà” che conta e allora continuiamo a pagare noi. Grazie Vice Sindaco.

  5. F.Nietzsche
    Scritto da F.Nietzsche

    Lo stesso principio per cui si sfocano le immagini per questione di “privacy” (??) è lo stesso per cui questo paese sta andando alla rovina..