Il provvedimento

Caldo da mesi, vietato sprecare acqua a Sassello ora c’è un’ordinanza

Daniele Buschiazzo,Pontinvrea

Sassello. Dopo Tovo San Giacomo tocca a Sassello, ma anche altri Comuni del Savonese sono pronti con provvedimenti analoghi.

E’ vietato l’inaffiamento di giardini, orti, terreni, lavaggio auto e mezzi in genere e riempimento delle piscine private.  Per la permanente siccità, nonostante l’acquazzone notturno che, peraltro, ha interessato solo le frazioni in quota, sentite le relazioni dei manutentori dell’acquedotto comunale, il sindaco Daniele Buschiazzo ha firmato un’ordinanza a scopo cautelativo. Se non giungeranno piogge intense, a breve periodo dovrebbero allinearsi a Sassello anche gli altri Comuni della Valle Erro e Orbasca.

Avvisi sono stati affissi lungo le strade e nei locali. «I principali serbatoi di accumulo della rete idrica sono a livelli minimi con conseguente riduzione della portata. Con la stagione estiva e l’aumento della popolazione turistica – spiega Buschiazzo -, avviene un derivante aumento dei consumi che determinano l’ulteriore diminuzione della pressione della rete idrica municipale. Vista l’emergenza, abbiamo rilevato la necessità di procedere a un utilizzo mirato delle risorse, limitando il più possibile gli sprechi». A verificare il rispetto della norma, agli agenti della polizia locale e dei carabinieri della stazione di Sassello si aggiungono le guardie volontarie ecologiche e venatorie.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.