IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica stellare al 4° Meeting Città di Savona

Nomi di spicco alla Fontanassa per un evento di alto livello

Savona. Il Cus Savona e l’assessorato allo Sport del Comune di Savona anche hanno fatto le cose in grande per allestire un cast d’eccezione in occasione del 4° Meeting Città di Savona, 4° “Memorial Giulio Ottolia”.

La manifestazione lo scorso anno ha visto grandi risultati di livello internazionale, grazie ai quali il meeting organizzato da Marco Mura ha scalato le classifiche italiani arrivando nella top ten del ranking nazionale in base ai punteggi Iaaf. Sabato 11 luglio alla Fontanassa si inizierà alle ore 17,30, con in gara molti azzurri di altissimo livello che vantano la partecipazione olimpica, ai campionati mondiali ed europei.

La punta di diamante sarà Fabrizio Schembri, che nel salto triplo vanta un record di 17,27 e detiene la migliore prestazione del meeting ottenuta nel 2012 saltando sulla pedana savonese a 16,84. Il Carabiniere nel suo parlmarés vanta un ottavo posto ai Mondiali di Mosca 2013, la partecipazione a diverse edizioni dei campionati europei e numerosi titoli italiani indoor e outdoor. In pedana anche Stefano Magnini (Atletica Varese) che, con un accredito di 16,05 ottenuto in questa stagione, cercherà di insidiare il favorito.

Nei 100 uomini sulla pista magica di Savona gli sprinter si daranno battaglia per la conquista del 4° “Memorial Giulio Ottolia”. Su tutti spicca il nome di Delmas Obou (nella foto) che domenica ha corso in Svizzera in 10”26 ventoso e vanta un personale di 10”27. Il portacolori delle Fiamme Gialle in carriera è stato campione europeo Under 23 nella staffetta 4×100 ad Ostrava ed ha partecipato ai Mondiali di Mosca 2013 ed agli Europei di Zurigo 2014. Quest’anno si è laureato campione italiano indoor sui 60 metri, partecipando ai campionati europei al coperto. Nel mirino dell’azzurro il record del meeting 10″42 ottenuto lo scorso anno da Fabio Cerutti (Fiamme Gialle).

In gara anche l’atleta di casa Marco Lomuscio (Cus Genova) che ai campionati liguri svolti alla Fontanassa a fine giugno ha siglato il suo Pb stabilendo la quarta prestazione ligure di tutti i tempi con 10”63.

Al femminile scenderà in pista l’allieva Zaynab Dosso (Atletica Corradini), campionessa italiana indoor e primatista italiana sui 60 metri al coperto. L’italoivoriana, considerata da molti la promessa dello sprint azzurro, darà vita ad una gara molto emozionante con la più esperta Marta Maffioletti (Bracco Atletica) che nel 2014 proprio a Savona ha stabilito il suo record con 11”72.

Emozioni assicurate dai 100 ostacoli dove correrà per la prima volta a Savona la stella del meeting al femminile l’azzurra Micol Cattaneo che vanta la partecipazione olimpica a Pechino 2008 e numerose presenze ai campionati mondiali ed europei indoor e outdoor. La portacolori dei Carabinieri, che in carriera ha corso in 12”98, darà vita ad un bel duello con Sara Balduchelli (Bracco Atletica) accreditata di un ottimo 13”48. Questa gara valida per l’assegnazione del 1° “Trofeo Decathlon”.

Anche nei 400 metri è annunciato un alto livello tecnico con i riflettori puntati sull’azzurro Lorenzo Valentini, primatista del meeting con 46”47, che troverà il suo compagno di team Michele Tricca, campione europeo Under 23 a Tallin 2011, che proprio nella rassegna continentale aveva corso il giro di pista in 46”09 ottenendo anche la medaglia di bronzo nella gara individuale.

Il salto in alto femminile sarà la gara più incerta della manifestazione con tre atlete che si contenderanno la vittoria. L’azzurra Chiara Vitobello (Geas Atletica), che in carriera ha valicato l’asticella a 1,89, se la dovrà vedere con Anna Pau (Atletica Prato) e Debora Sesia (Sisport Fiat), accreditate entrambe di 1,82.

Il mezzofondo come da tradizione parlerà africano. Negli 800 maschili, a contendersi il 4° “Trofeo Gin Siccardo”, saranno il senegalese Mor Seck, accreditato di un eccellente 1’46”55, e il marocchino Abdessalam Machmach, habitué della pista savonese, dove spesso ha siglato i sui record personali.

La gara conclusiva della manifestazione saranno come di consueto i 3000 validi per l’assegnazione del 3° “Trofeo Molo 8.44”, con due protagonisti d’eccezione: il keniota Meli Kiprotoch e il ruandese Sylvain Rukundo, entrambi con accrediti sotto al muro degli 8 minuti. I corridori degli altipiani avranno nel mirino il record del meeting 8’03”57 ottenuto nella scorsa edizione dal keniano Paul Sogut.

Quattro ore di grande atletica, per una manifestazione di altissimo livello realizzata grazie ai molti volontari del Cus Savona, alla collaborazione dell’assessorato allo Sport del Comune di Savona e degli sponsor che meritano il ringraziamento degli organizzatori e la doverosa citazione: Molo 8.44, GT Motor, Decathlon, Palestra Letimbro, Asics, Deutsche Bank, Hotel Ristorante Da Nicola, SportArt, Cantina Sancio, Amaretti Isaia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.