IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aree sosta per i camion, vertice in Prefettura

Savona. Si è svolto questa mattina l’incontro in Prefettura richiesto da Cna Liguria e Savona per esaminare i gravi problemi anche di sicurezza ed ordine pubblico che la sosta forzata dei mezzi pesanti provoca in maniera particolare sullo svincolo autostradale di Savona-Legino.

Presenti le autorità competenti in rappresentanza di Regione Liguria, Società Autostrade per l’Italia, Autofiori, A10 ed A6, Comune di Savona, Comune di Vado Ligure, Autorità Portuale, Comando Polizia Stradale, Unione Industriali, Cna, Confartigianato e Confcommercio.

Su richiesta del rappresentante del Prefetto sono state illustrate da Angelo Lattanzi e Gianni Carbone, da parte di Cna, le ragioni di profondo malessere e preoccupazione per gli intasamenti che ciclicamente si ripetono dovuti non a cause eccezionali ma largamente prevedibili legati al “calendario dei divieti di circolazione” che impongono soste non solo al traffico nazionale ma anche a quello internazionale.

E’ stata chiesta e condivisa fra tutti i partecipanti un azione di coordinamento sia per soluzioni di emergenza, sia per individuare soluzioni strutturali anche in vista della prossima operatività della nuova piattaforma logistica di Porto-Vado, richiamando la necessità di trovare aree di sosta nel previsto nuovo svincolo in località Bossarino con il casello che dovrà snellire il traffico derivante dalla nuova piattaforma Maersk.

Oltre ad esaminare provvedimenti immediati e specifici anche riguardo all’assistenza dei conducenti durante le soste forzate, si è insistito da parte di tutti i presenti sulla necessità di interventi strutturali di lungo respiro sopratutto ponendo a carico della Regione l’individuazione di aree idonee, chiedendo in particolare alle società concessionarie ogni possibile sforzo per contribuire alla soluzione del problema.

Il Comune di Savona, attraverso l’assessore Apicella, si è detto disponibile a partecipare ad un un tavolo di confronto e di coordinamento riaffermando che la portata del problema, che ha risvolti anche sul piano turistico dell’intera riviera, richiede la collaborazione di tutti gli enti competenti della provincia.

Cna Liguria ha fatto presente che ben presto incontrerà il neo assessore regionale alle Infrastrutture Giampedrone per sottoporgli un piano delle necessità e delle emergenze legate al traffico autostradale dell’intera rete ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.