La rassegna

A Spotorno c’è “Scienza Fantastica”

Spotorno. “Scienza Fantastica”, è il titolo della rassegna di scienza, fantascienza e dintorni che si svolge a Spotorno, unico evento estivo di tale genere nella Riviera Ligure di Ponente.

Scienza Fantastica vanta il prestigioso patrocinio della Presidenza delConsiglio dei Ministri, concesso a titolo gratuito per iniziative di alto rilievo culturale,sociale, scientifico e artistico, organizzate nel territorio nazionale o all’estero.E’ stato confermato anche il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Savona,della European Space Agency (ESA), dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e di ThalesAlenia Space, uno dei principali fornitori di soluzioni per satelliti e infrastrutture orbitali. E’nelle infrastrutture e trasporti spaziali che il valore italiano prende quota: Thales AleniaSpace è il progettista e fornitore del 50% del volume pressurizzato, quindi abitabile, dellaStazione Spaziale Internazionale.

Un ulteriore dato interessante è che su 135 missioni delloShuttle, nell’arco di 31 anni, in ben 69 missioni era presente la tecnologia o la risorsa umanaitaliana.Con l’esperienza acquisita per trovare soluzioni alla permanenza dell’uomo nello spazio,Thales Alenia Space inoltre è stata in grado di contribuire alla preservazione del preziosotelo sindonico da qualsiasi evento dannoso.Scienza Fantastica è realizzata in collaborazione con libreria Ubik Savona, con l’azienda ditrasporti Fagioli, specializzata nel trasporto, nel sollevamento e nella gestione a livellomondiale di carichi e pezzi “eccezionali”. Altri preziosi collaboratori sono AS.IT.AF,l’Associazione Italiana di Astrofilatelia e il Circolo Filatelico Spotornese.

Quest’anno siaggiunge anche Trenitalia, società di trasporto ferroviario del Gruppo Ferrovie dello Stato.Nell’ottica di servizi di trasporto nel rispetto dell’ambiente, diversi collegamenti ferroviarigiornalieri permettono di raggiungere la località di Spotorno.Il conto alla rovescia, per rimanere in tema astronautico, terminerà domenica sera 26 luglioalle ore 21.00 presso la Sala Convegni Palace di Spotorno, quando infatti è fissatal’inaugurazione ufficiale dell’evento Scienza Fantastica alla presenza delle Istituzioni invitatee degli ospiti espositori.

La rassegna Scienza Fantastica, dal 26 luglio al 1 agosto, presso la sala convegni Palace, con apertura dalle ore 21 alle ore 23, prevederà un’esposizione di materiale filatelico, letterario,fotografico, artistico e modellistico inerente scienza e fantascienza. Esporranno Thales Alenia Space, il Circolo Filatelico Spotornese, l’Associazione Italiana di Astrofilatelia, il Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino (MuFant) e alcuni collezionisti privati.Domenica sera quindi si avrà l’apertura dei lavori con gli interventi del dott. Claudio Casaccie della dott.ssa Maria Rosa Sirna di Thales Alenia Space Italia con una conferenza dal titolo “Il ruolo dell’Italia nell’esplorazione spaziale: Thales Alenia Space, dove il futuro è di casa”.

I primi passi dell’Italia verso la conquista dello spazio risalgono alla fine del Trecento con lanascita a Venezia della parola “razzo” nell’ambito della guerra con Genova. La Repubblicaveneziana si serviva durante gli assedi di uno strumento bellico denominato “rocchetta”, cioè di un razzo che bruciava polvere pirica, la quale è ritenuta una fortuita scoperta cinese del Duecento.

Lo studio e il perfezionamento dei principi e delle tecniche della propulsione arazzo è proseguito nei Secoli successivi insieme alle ricerche in altri settori delle attivitàspaziali e ha condotto il Paese all’avanguardia in questo campo.Membro fondatore nel 1958 del comitato ONU per l’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico (UNCOPUOS), nel 1964 l’Italia è divenuta il terzo Paese al mondo, dopo USAe URSS, a mandare in orbita un proprio satellite nell’ambito del progetto San Marco.

Un ruolo centrale in esso è rivestito dal Prof. Luigi Broglio, uno dei pionieri dello spazioitaliano insieme al fisico Edoardo Amaldi, la cui iniziativa ha permesso all’Italia di disporredi una propria base spaziale equatoriale a Malindi, al largo delle coste del Kenya. Negli anniSettanta il comparto industriale si è impegnato nella realizzazione del satellite pertelecomunicazioni Sirio ed è stato varato dal governo il primo Piano Spaziale Nazionale.

Nel decennio successivo l’importanza del settore e le sue ricadute industriali si sonoulteriormente accresciute fino a condurre alla costituzione, nel 1988, dell’Agenzia SpazialeItaliana (ASI) con lo scopo di implementare programmi nazionali e di collaborazione internazionale. 

L’inaugurazione è in programma alle 21 presso la Sala Convegni di Spotorno. La partecipazione e’ aperta a tutti gli ospiti e cittadini ed e’ libera e gratuita.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.