Palanche

Varazze, caserma dei pompieri negli ex Baglietto: è scontro tra Comune e Ministero su chi paga

La struttura passerebbe gratuitamente in gestione ai Vigili del Fuoco, ma il Ministero chiede che a farsi carico dei lavori di adeguamento sia il Comune

Varazze. E’ scontro tra il Ministero dell’Interno e l’amministrazione comunale di Varazze: motivo del contendere, l’ìpotesi di nuova caserma dei Vigili del Fuoco negli ex cantieri Baglietto. Un progetto a cui Comune e Ministero lavorano ormai da qualche tempo, ma che ora va a scontrarsi con il più classico degli impedimenti: il denaro.

Chi paga? Questa la domanda che continua a rimbalzare sull’asse Varazze-Roma. Non tanto per lil “passaggio di mano” della struttura (che verrebbe acquisita direttamente da parte dei Vigili del Fuoco, ai quali verrebbe trasferita dal Demanio), quanto per i lavori di adeguamento.

L’edificio infatti risale al 1935: se da un lato ha le caratteristiche adatte per diventare la nuova caserma (come l’ampio spazio di manovra, che per legge deve essere di almeno 680 mq e che il Comune garantirebbe con una serie di modifiche), dall’altra non risponde in pieno alle normative, ad esempio per quanto riguarda i criteri antisismici. Il tutto è, “nero su bianco”, in una lettera inviata dal Ministero dell’Interno al Comune di Varazze:

Per quanto si è potuto accertare da un’analisi visiva dell’edificio, dal punto di vista funzionale/distributivo gli ambienti ampi e ben proporzionati presenti a vari piani risultano in buone condizioni di agibilità anche in visione di una conversione a distaccamento operativo dei vigili del fuoco. Anche gli spazi esterni possono essere ben destinati a piazzale operativo […] In sostanza da un punto di vista planimetrico l’immobile ha buone potenzialità di riconversione.

In merito alle strutture portanti si rilevano una serie di problematiche. L’edificio presenta una significativa riduzione della capacità resistente delle strutture dovuta sia all’ossidazione delle armature […] sia a causa della riduzione della resistenza meccanica del calcestruzzo, causata dal tempo. […] L’edificio non ha caratteristiche antisismiche […] Ovviamente tutto ciò incide sui costi di adeguamento e ristrutturazione.

In conclusione l’immobile nello stato attuale in cui si trova non soddisfa i requisiti minimi di sicurezza strutturale previsti per i luoghi di lavoro […] Un intervento di adeguamento dell’immobile non sarebbe conveniente da parte di questa Amministrazione, […] l’intervento non risulta ragionevole, salvo una cospicua contribuzione ai costi di adeguamento della sede da parte di codesta amministrazione Comunale”.

“Accettiamo il palazzo solo se i lavori li pagate voi”, in sostanza il messaggio del ministero. Una posizione che ha indispettito non poco il sindaco Alessandro Bozzano: “Sono le solite difficoltà della spending review – critica – Il ministero cerca di fare il ministero, e il Comune cerca di fare il Comune. Loro dicono che la palazzina dei Baglietto sarebbe assolutamente congeniale ma non è idonea, e quindi i soldi dovrebbe metterei il comune; noi rispondiamo che ci danno i patti di stabilità e impongono dei limiti di spesa, come possono poi pretendere che spendiamo centinaia di migliaia di euro per poter fare quest’opera? Che il Ministero pensi a fare il Ministero e lo faccia bene, a fare bene il Comune ci pensiamo noi”.

Bozzano, insomma, fa leva sull’opportunità che i Baglietto (che verrebbero trasferiti gratuitamente) rappresentano per risolvere al meglio il nodo legato alla nuova caserma dei pompieri. Il sindaco si dice pronto a partecipare in piccola parte alla spesa con una somma vicina ai 100.000 euro, ma non di più: e per dirlo con maggiore forza ha richiesto un incontro, il 12 giugno alle ore 12, con il viceministro Bocci e la direzione generale dei Vigili del Fuoco. “Il sindaco e l’amministrazione non mollano” garantisce Bozzano, che annuncia all’incontro la presenza dell’onorevole Anna Giacobbe “che tanto si è spesa per portare a conclusone questa opera secondo me assolutamente necessaria per la città e per la provincia”.

leggi anche
baglietto varazze
Si procede
Varazze, nuova caserma dei pompieri: pronta l’autorizzazione, si attende progetto definitivo
baglietto varazze
Ci siamo!
Ex cantieri Baglietto a Varazze, il sindaco Bozzano: “L’area ritorna alla città”
baglietto varazze
In dirittura d'arrivo...
Varazze, nuova caserma dei vigili del fuoco: lavori nella primavera 2017
baglietto varazze
Prende forma
Varazze, nuova caserma vigili del fuoco: opera da 2,1 mln di euro, lavori entro la fine del 2017

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.