La perizia

Torre civica di Albenga, i frammenti non hanno alcuna relazione col banner del “Giro”

Albenga Striscione Giro

Albenga. Nessuna relazione tra il distacco dei frammenti di mattone dalla Torre civica e il banner del Giro d’Italia, questo è scritto nero su bianco nella perizia redatta dal professor. Stefano Podestà, docente universitario che presenta un curriculum specifico in casi analoghi e attualmente risulta anche direttore dei lavori in intervento di consolidamento strutturale nel Colosseo a Roma.

Già l’intervento del dott. Cosimo Costa – Presidente dell’Istituto Studi Liguri – aveva escluso categoricamente collegamenti diretti tra i banner promozionali del Giro d’Italia e il distaccamento di frammenti di mattoncini dalla torre , ora la perizia mette la parola fine alle polemiche e conferma che sono anni e anni di incuria ad aver provocato la caduta. Spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Tullio Ghiglione: “ a seguito dei distaccamenti di pezzi di mattone dalla torre “malasemenza” ci siamo istantaneamente attivati e incaricato tecnico dell’Università degli studi di Genova prof. Podesta docente al corso di consolidamento statico di edifici monumentali. Dal sopralluogo effettuato congiuntamente si è rilevato un livello di degrado che determina percolazione d’acqua meteorica, vegetazione infestante, mancanza di orizzontamenti intermedi, mancanza di protezione della sommità delle murature. Pertanto necessita intervenire tramite intervento di consolidamento strutturale/restauro della torre stessa”.

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: “ le nostre torri rappresentano un prezioso patrimonio e quindi meritano tutta l’attenzione possibile, infatti è nostra intenzione intervenire in loro tutela. Il centro storico albenganese ha delle enormi potenzialità, la sua tutela e valorizzazione e’ per questa amministrazione, come anche per tutti i cittadini, una priorità”.

L’assessore Ghiglione precisa i contorni tecnici dell’intervento di manutenzione: “Il primo “step” dell’intervento – spiega – verrà effettuato nei giorni 29-30 giugno e 1 luglio, giorni nei quali verrà effettuata una stilatura profonda dei giunti e riallettando il giunto stesso con la malta a base di calce idraulica, al fine di evitare incompatibilità chimico/fisiche con le malte originali. Contestualmente alla stilatura verranno predisposte delle fasce al fine di cerchiare la torre in corrispondenza di tre diversi livelli. Ovviamente, tale intervento sarà assunto come provvisionale al fine di consentire la fruibilità in sicurezza del piazzale antistante la torre e comunque propedeutico ad un progetto complessivo di consolidamento e restauro della nostra preziosa Torre. Considerate le polemiche che ci sono state relativamente al distacco dei mattoni qui trascrivo estratto della perizia tecnica redatta dall’ing. Podesta: “si sottolinea che le cause che possono avere indotto il distacco dei mattoni sono da attribuirsi unicamente allo stato di degrado della Torre e non hanno nessuna correlazione con il recente posizionamento del telone sulla torre sia per la localizzazione dei distacchi avvenuti in relazione alla posizione del telone, sia per il lasso temporale dei due eventi (posizionamento telone – distacco mattoni), sia per le modalità con cui i tasselli di ancoraggio del telone sono stati ancorati (nei giunti di Malta)” , conclude l’assessore Tullio Ghiglione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.