IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taglio del nastro per la variante del Mulino a Carcare: “Opera strategica per viabilità e aziende” foto

Finalmente pronto il nuovo collegamento valbormidese

Variante del Mulino a Carcare, secondo lotto sulla provinciale completato e opera finita. Questa mattina inaugurazione ufficiale per il nuovo collegamento stradale valbormidese, finalmente fruibile per alleggerire il traffico sul centro abitato carcarese e per offrire una nuova ‘linfa’ al tessuto industriale della zona. Alla cerimonia hanno preso parte il presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano, il consigliere provinciale delegato alla viabilità Giovanni Ferrari, il consigliere regionale Angelo Vaccarezza e il sindaco di Carcare Franco Bologna.

variante mulino

La strada è stata progettata per decongestionare il centro abitato di Carcare dal traffico dei mezzi pesanti, collegando la SP29 con la SP15 La circonvallazione nel suo complesso collegherà la SP29 “del Colle di Cadibona”, all’altezza di Vispa, con l’attuale tracciato della SP15, oltre la piana denominata “del Mulino”, sviluppandosi a margine della A6 Torino-Savona, per una lunghezza complessiva di duemila e 700 metri circa.

La variante del Mulino di Carcare, commissionata dalla Provincia di Savona, è costata 6 milioni 430 mila euro provenienti da fondi regionali (1 milione 715 mila), fondi Par Fas 2007-2013 (1 milione 500 mila), fondi della Provincia di Savona (2 milioni 257 mila) e fondi del comune di Carcare (958 mila). I lavori di completamento dell’opera hanno avuto inizio nel giugno 2010.

Il progetto del lotto 3B1 riguarda le opere di completamento viario dell’ex SP15 Carcare-Pallare-Bormida-Melogno dal km 0+000 al km 14+300 della tratta compresa  tra il lotto 3A ed il lotto 3B2 oggi denominata SP29 dir A costituita dai lotti 1-2-3A e 3B2 già realizzati ed il lotto 3B1. La zona oggetto d’intervento, collocata ad una quota altimetrica di circa 400 metri s.l.m., si trova tra il sedime dell’Autostrada Torino-Savona, Rio Coppino e la zona artigianale di Via Fornace Vecchia.

La sede stradale ha una lunghezza complessiva di circa 470 metri e l’andamento del tracciato risponde alle vigenti normative ed è adeguato alle esigenze del traffico pesante. La carreggiata stradale è costituita da due corsie di marcia di 3.50 metri ciascuna e da due cunette laterali di 0.50 metri ciascuna per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 8 metri. Inoltre la pista ciclabile di larghezza pari a 2.50 metri è separata dalla piattaforma da un cordolo spartitraffico largo 0.50 metri.

Dopo l’inaugurazione nel maggio 2014 del lotto 3B2, oggi taglio del nastro per il lotto 3B1, ultimando il collegamento stradale verso il comprensorio cairese. L’opera sarà funzionale anche all’insediamento della Noberasco nel nuovo stabilimento di Carcare.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano: “L’importante è stata completarla dopo anni e anni, siamo riusciti a finire l’opera anche rispettando i finanziamenti e le risorse a disposizione, un bel risultato”.

“Con questa variante si riesce a risolvere un problema viabilità in una zona strategica, alleggerendo anche il traffico urbano. A corredo anche una pista ciclabile, insomma un intervento che consente di migliorare la qualità della vita degli abitanti valbormidesi” spiega il consigliere provinciale delegato alla viabilità Giovanni Ferrari, che ha seguito in prima persona l’ultima fase dei lavori.

“18 anni fa la prima pietra di quest’opera, oggi dopo molto tempo è stata completata ed è operativa. Tante difficoltà, in particolare su questo ultimo lotto dove è stato necessario sostituire la ditta incaricata dell’intervento. Questa è un’opera strategica: ora i mezzi pesanti passeranno di qui e non più nel centro carcarese, risolvendo un problema di congestionamento del traffico oltre che di sicurezza viaria” sottolinea il sindaco di Carcare Franco Bologna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.