S'ha da fare

Matrimoni sulla spiaggia: il Comune di Pietra dice “sì, lo voglio”

L'amministrazione Valeriani ha autorizzato lo svolgimento dei "matrimoni figurativi"

Alassio, i matrimoni come nuovo "business turistico"

Pietra Ligure. Un “sì, lo voglio” in riva al mare. L’amministrazione del sindaco Dario Valeriani ha deciso di autorizzare lo svolgimento dei “matrimoni figurativi”, cioè le cerimonie che seguono quelle ufficiali officiate in chiesa o in municipio e vengono organizzate in contesti particolarmente suggestivi e scenografici.

Secondo quanto deliberato, le cerimonie potranno essere organizzate in quattro location: sulla spiaggia delle barche, sul molo dei Marinai, sulla spiaggia libera vicino al chiosco di San Pietro al confine con Borgio Verezzi e nell’area antistante la Madonnina di Ranzi.

Per poter avere luogo le cerimonie dovranno rispettare determinati requisiti: gli allestimenti dovranno essere sobri e decorosi; sarà fatto vietato dell’uso di materiali quali riso, pasta, monete, stelle filanti, coriandoli di ogni dimensione e forma, schiume e ogni altro oggetto che possa danneggiare o sporcare l’ambiente; la cerimonia dovrà concludersi entro due ore, salvo diverse autorizzazioni, e gli allestimenti dovranno essere smontati entro un’ora dalla fine della cerimonia; verrà previsto un rimborso spese a copertura esclusivamente degli oneri del personale operaio impiegato per la sistemazione dell’area, nonché a copertura di eventuali interventi di pulizia straordinari, secondo una stima dei costi effettuata dal Comune.

La celebrazione dei matrimoni figurativi potrà avvenire durante tutto il corso dell’anno previa disponibilità degli spazi da parte dell’ufficio Segreteria. La richiesta dovrà essere presentata all’ufficio Segreteria, in carta libera, su apposito modulo, scaricabile dal sito internet del Comune, nei quindici giorni antecedenti all’evento.

Questa decisione risponde al costante aumento delle richieste avanzate dai wedding planner per conto di coppie che, dopo essersi sposate davanti a un sacerdote o al sindaco, vogliono dirsi sì una seconda volta davanti a parenti e amici su uno sfondo più gradevole.

L’importanza dei “matrimoni figurativi” è testimoniata dalle tante coppie che scelgono il nostro territorio per celebrare le loro nozze. In questo senso, i matrimoni stiano diventando un vero e proprio business, come conferma anche il wedding planner Federico Silvestri, che spiega: “Tante coppie straniere o del nord Italia scelgono di venire a sposarsi in Riviera. I forestieri cercano la location nota, invece i nostri connazionali delle regioni settentrionali decidono di venire qui perché vogliono sposarsi in riva al mare. In questo senso, il matrimonio rappresenta sempre di più una possibilità di business per le strutture ricettive che accolgono gli invitati alle cerimonie”.

leggi anche
Alassio, i matrimoni come nuovo "business turistico"
Lo voglio
Alassio, i matrimoni come nuovo “business turistico”
Alassio, i matrimoni come nuovo "business turistico"
Lo voglio
Il Comune di Loano dice sì ai matrimoni in spiaggia, nei parchi e nei giardini
Matrimoni Business turistico
Lo voglio
Liguria, i matrimoni come risorsa turistica: ecco le richieste più gettonate dagli sposi

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.