Atletica leggera

Campionati italiani Allievi: quinto un sorprendente Marco Scannavino

Elisabetta Moretti sfiora la finale; personali per Elisa Pericle e Marino Furlanetto

Marco SCANNAVINO

Albisola Superiore. Secondo week end di fila per i campionati italiani di categoria. Questa volta di scena a Milano gli Under 18: campionati individuale a cui, in questi ultimi anni, il Trionfo Ligure ha partecipato sempre con numeri particolarmente rilevanti.

Su tutti un incredibile Marco Scannavino (nella foto), capitano della squadra Under 18 maschile. Decathleta e astista, presentatosi all’evento iscritto nelle retrovie, a Milano azzecca tutto, in una gara dove moltissimi sbagliano lui procede spedito e con la misura di 3,90, sfiorando piu volte i 4,10, riesce ad entrare nei primi otto. E’ quinto. Bravo Marco, ora i 4 metri ti aspettano presto.

Gara superlativa anche per Elisabetta Moretti, che sfiora la finale dei 400 con un consistente miglioramento; 58″04 inizia ad essere un tempo “da grandi”. Al record personale, sempre rilevante se ottenuto in queste manifestazioni, per Marino Furlanetto nei 110 ostacoli, chiusi in 15″38, e per Elisa Pericle nei 100 metri, chiusi in 12″79. Per Elisa anche un bel 26″29 nei 200 metri.

Bene anche Francesca Ferro nei 400 ostacoli, alla prima esperienza a un campionato italiano, e Violante Surano nei 100 ostacoli, in preparazione per i campionati italiani di prove multiple che la vedranno protagonista a Roma nel prossimo fine settimana.

Ormai presenze consolidate quelle delle staffette dell’Alba Docilia, che sembrano non risentire mai dei continui cambi di generazione e di formazione. La 4×100 composta da Francesca Ciaravino, Anna Lepri, Violante Surano e Elisabetta Moretti fa il miglior tempo dell’anno con 50″18; cosa emulata anche dalla 4×400 composta da Anna Lepri, Elisa Pericle, Francesca Ferro e Elisabetta Moretti con 4’08″50.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.