A genova

Tragedia torre piloti, un lampo e il suono delle sirene: molo Giano acceso a due anni da quella notte

Alle 22,59 di ieri sera la cerimonia per ricordare le vittime del terribile incidente

Genova. Il suono delle sirene delle navi e un lampo abbagliante con i nomi delle vittime, sulle cui targhe i parenti hanno poggiato fiori, la commemorazione e poi il silenzio.

Così Genova alle 22.59 di ieri sera ha acceso le luci sul “Luogo del ricordo e della memoria” in onore delle nove vittime, i sei militari della Capitaneria di porto, i sottufficiali Marco De Candussio, Francesco Cetrola e Gianni Iacoviello, i sottocapi Giuseppe Tusa, Daniele Fratantonio e Davide Morella, del pilota Michele Robazza e degli operatori Maurizio Potenza e Sergio Basso, appartenenti al Corpo Piloti del Porto e alla Società Rimorchiatori Riuniti di Genova.

Alla cerimonia, oltre ai parenti delle vittime, erano presenti l’ammiraglio Vincenzo Melone, comandante della Capitaneria di Porto, e il presidente dell’Autorità Portuale, Luigi Merlo.

Domani alle ore 10.30 nella Cattedrale di San Lorenzo, sarà invece celebrata la Santa Messa in suffragio delle vittime, presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, a cui seguirà, intorno alle 12, l’inaugurazione vera e propria del “Luogo del ricordo e della memoria”.

Più informazioni
leggi anche
schianto al molo giano
Sentenza
Crollo Torre Piloti, l’ex comandante delle capitanerie Angrisano condannato a 3 anni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.