IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Job Act, luci e ombre per il turismo: stagionali penalizzati, ma anche più possibilità di assumere

Convegno a Loano 2 Village sulle novità nel mercato del lavoro per il settore turistico

Loano. Le novità del Job Act e settore turistico. Se ne è parlato nel corso di un incontro che si è svolto questa mattina a Loano 2 Village, dove operatori, sindacati e addetti ai lavori hanno ragionato sui nuovi provvedimenti previsti per il mercato del lavoro.

Loano 2 Village

Così il relatore Luca Caratti, esperto e consulente del lavoro: “Ci sono alcune conferme sul lavoro intermittente e novità sui contratti a tempo determinato. La Naspi, la nuova indennità sulla disoccupazione, sarà ridotta per i lavoratori stagionali e questo è senz’altro penalizzante, ma è anche vero che ci sono nuove possibilità per assumere”.

“Per le imprese maggiore ci sarà maggiore flessibilità in ingresso, con l’esonero contributivo per il 2015 e una certezza dei costi in caso di licenziamento qualora questo venisse certificato come illegittimo” aggiunge ancora Caratti.

Lavoratori preoccupati e aziende avvantaggiate? “Non proprio direi, siamo sulle stessa barca…Se il lavoratore è contento, l’azienda è contenta e per l’impresa turistica la tutela dei propri dipendenti è fondamentale per il buon funzionamento della propria offerta e dei propri servizi. Speriamo che il Job Act possa portare nuovi posti di lavoro in un settore strategico per la nostra economia” afferma il presidente dell’Upa Franca Cappelluto.

L’incontro formativo è stato organizzato grazie all’Ente Bilaterale Industria Turistica (EBIT) di Savona: “Tenere aggiornati gli associati è molto importante, in particolare sui temi del mercato del lavoro. Nel nostro settore è difficile dire se il Job Act favorisce aziende o lavoratori: è vero, per gli stagionali ci sono penalizzazioni, ma è anche vero che ci sono possibilità concrete e fattive di stabilizzare dipendenti e regolarizzare i rapporti di lavoro, ragionando finalmente su una vera destagionalizzazione del turismo” sottolinea Simone Pesce, presidente dell’EBIT.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.