Il dramma

Tragedia a Rivoli, muore una pallavolista di 11 anni di Finale Ligure fotogallery

La ragazzina aveva raggiunto il Piemonte con la famiglia per un torneo pasquale

Finale Ligure. Tragedia nella serata di ieri a Rivoli dove una ragazzina di 11 anni, Alessia Berruti, pallavolista di Finale Ligure è morta improvvisamente.

La giovanissima atleta era nell’albergo di Rivoli dove alloggiava con la sua squadra, il Volley Finale, e si è sentita male in circostanze ancora tutte da chiarire, subito dopo cena ed è stata trasferita d’urgenza all’ospedale di Rivoli dove, però, ha perso conoscenza ed è deceduta nonostante l’intervento dei medici.

Insieme alla ragazzina si trovava anche la madre Chiara Caviglia, che nella foto postata ieri su Facebook era schierata in campo con la squadra della figlia (spesso infatti accompagnava le piccole atlete nelle loro trasferte). Il torneo “Pasqua sotto rete” potrebbe essere sospeso per la tragedia: la mamma di Alessia ieri avrebbe chiesto che la manifestazione andasse avanti lo stesso, ma gli organizzatori stanno valutando se interromperla o andare avanti (una decisione è attesa per la mattinata). Al torneo partecipano oltre 1400 i ragazzi tra gli 11 e i 16 anni. Un momento di grandissima aggregazione e festa per giovanissime speranze del volley che si è trasformato in un dramma difficile da vivere.

Alessia era una promessa della pallavolo, giocava nel Volley Finale da quando aveva sette anni, ed era anche figlia d’arte visto che la mamma aveva giocato per molti anni. Aveva già partecipato a diversi tornei con le formazioni Under 12, 13 e 14.

“Un dramma che da uomo di sport non avrei mai neanche potuto ipotizzare- dice con la voce rotta dal pianto, Gianluca Facchini, uno degli organizzatori del torneo – La notizia ci è giunta immediatamente e ci ha lasciato stravolti. Abbiamo comunicato al presidente del club di Finale Ligure  e alla famiglia della ragazzina la nostra decisione di interrompere subito il torneo. Con la morte nel cuore non so come potremmo proseguire. Parlare di sport in questi attimi diventa molto difficile. Come sarà un compito arduo spiegare agli altri giovani qui presenti che la morte è venuta a bussare ad una manifestazione che ha la gioia come inno e come motto”.

Più informazioni
leggi anche
Volley Finale
Tagedia a rivoli
Il dramma di Alessia, il dolore del presidente del Volley Finale: “Tragedia inspiegabile”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.