IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prima Categoria, il Celle perde ma festeggia la salvezza. In zona play off, l’Andora rallenta risultati

Savona. Il Pietra Ligure è una padrona senza cuore. Dopo aver messo al tappeto la Baia Alassio quando un pareggio avrebbe consentito di aprire le danze, si ripete anche con il Pontelungo.

I ragazzi di Flavio Ferraro si mantengono giudici imparziali e, nonostante i festeggiamenti per la promozione, battono (4 a 1) anche gli ingauni rimanendo al di sopra di qualsiasi sospetto di poter condizionare, in modo involontario, sia chiaro, la corsa salvezza.

Zona play off. Una orgogliosa Sciarborasca mette al tappeto (1 a 0) nell’anticipo mattutino l’Andora di mister Mario Pisano.

È uno stop pesante per gli andoresi che complica la corsa verso i play off con Garassino e soci che sciupano il vantaggio accumulato nelle ultime giornate.

Per accedere alla seconda fase dovranno inderogabilmente trovare i punti nei match con Pietra Ligure (settimana prossima) e Celle Ligure. Almeno 1 per garantirsi la quinta piazza. Ma, a questo punto, sarebbe un risultato troppo striminzito accontentarsi.

La sconfitta fa ancora più male se si pensa che nelle quattro giornate precedenti, lo Sciarborasca aveva avuto un andamento disastroso con zero punti e con un trend che sembrava portare velocemente i genovesi verso la retrocessione diretta.

Alle spalle dell’Andora, torna solitario il Camporosso. Gli imperiesi battono fuori casa (3 a 1) il Bordighera in un vero e proprio spareggio per i play off.

I ragazzi di Lettieri erano reduci da tre sconfitte consecutive ma, al momento giusto, trovano il colpo di reni. L’obiettivo non è ancora raggiunto ma la vittoria era fondamentale anche per arrestare l’ascesa del Bordighera Sant’Ampelio arrivato allo scontro diretto reduce da una striscia di sette risultati utili consecutivi.

Sale in quarta posizione il Pallare che batte nettamente (4 a 1) la Sanremese ed aggancia l’Altarese fermata sul pareggio (2 a 2) dall’Ospedaletti.

Il Pallare, dopo la vittoria contro lo Sciarborasca di sette giorni fa che aveva rilanciato i sogni di gloria, si ripete contro la Sanremese.

I valbormidesi colgono una vittoria esterna che, da un lato, mette un altro mattoncino nella costruzione dell’obiettivo spareggi promozione; dall’altro, è un macigno sulla schiena della Sanremese che sente il fiato sul collo dello Sciarborasca.

Per l’Altarese il pareggio complica la corsa play off con la Dianese che si avvicina a solo tre lunghezze. Gli imperiesi impallinano (4 a 0) la San Stevese e, in un solo colpo, scavalcano oltre al Bordighera anche Don Bosco Vallecrosia e Golfodianese che non vanno oltre lo 0 a 0 nello scontro diretto.

Zona salvezza. Obiettivo raggiunto per il Celle di mister Magalino, Il tecnico, subentrato in corsa a Cesar Grabinski, può far festa nonostante la sconfitta interna (2 a 1) con la Baia Alassio di mister Porcella.

I cellesi, infatti, a 180’ dalla conclusione della regular season, potrebbero ancora essere superati dai rivali di giornata ma avrebbero, comunque, un vantaggio superiore agli 8 punti sulla Sanremese, penultima.

Se il Celle fa festa, è ancora presto per la Baia Alassio per aprire le bottiglie. La vittoria odierna, sicuramente rappresenta un notevole passo avanti verso l’obiettivo.

Obiettivo, la salvezza, che rimane difficile per il Pontelungo. Gli ingauni si giocheranno nelle ultime due partite il tutto per tutto e, se sarà necessario, anche nella seconda parte della stagione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.