IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallacanestro Alassio tra tornei, selezioni regionali e fasi finali del campionato

Alassio. La Pallacanestro Alassio non si ferma nemmeno in questo periodo festivo, con tornei e selezioni regionali.

Maria Ellena, giocatrice della società alassina, è stata convocata per il “Trofeo delle Regioni”. “E sono tre. Bella soddisfazione per il nostro sodalizio – dicono i dirigenti dell’Alassio -, che, non dimentichiamolo, è nato da soli otto anni: dopo Veronica Ardoino (annata 1998) e Alessia Bordonaro (1999) questa volta sarà Maria Ellena (2000) a rappresentare la Pallacanestro Alassio femminile al ‘Trofeo delle Regioni’ che si svolge a Roma dall’1 al 6 aprile, essendo stata selezionata tra le dodici giocatrici più forti della Liguria. Considerando anche Umberto Gandini con la Liguria maschile al ‘Memorial Fabbri’, Alessandro Bisogni e Dalila Merello al ‘Bulgheroni’, possiamo essere orgogliosi di questi risultati tenendo conto che tanti altri ragazzi e ragazze avrebbero meritato e sicuramente si toglieranno le loro soddisfazioni nel basket dei ‘grandi’. Ricordando che il nostro fine ultimo non è la vittoria conseguita con ogni mezzo ma le crescita individuale, in un contesto di squadra, di tutti i ragazzi e le ragazze non possiamo che essere soddisfatti ben consci che si deve sempre migliorare“.

Torneo di alto livello, per gli Esordienti 2003 e 2004, a Santa Margherita Ligure, dove la Pallacanestro Alassio (nella foto) era la squadra più numerosa. Nella due giorni tigullina l’Alassio ha collezionato due onorevoli sconfitte e una vittoria. “Contro il Tigullio (squadra imbattuta, in campionato, nel girone di Genova Levante e con il rinforzo di due prestiti per il torneo) conduciamo per due quarti poi i padroni di casa ci superano e vincono 48-38 – raccontano i dirigenti alassini -. Con l’Olimpia Armani Jeans Milano, squadra fisicamente strabordante e con una storia che non ha bisogno di presentazioni, disputiamo una partita eccezionale fino a due minuti dalla fine (sotto 20-18) poi i milanesi allungano al più dieci finale. Dopo la notte in albergo e una bella colazione, vinciamo 43-16 con la Sanga Milano; Tigullio (che era nel nostro girone) supera Pegli e il torneo lo vince meritatamente Pistoia sull’Armani Jeans Milano con il figlio dell’allenatore Moretti protagonista e inserito nel quintetto ideale insieme al nostro Tommaso”.

Al Join The Game, torneo nazionale di 3 contro 3, l’Alassio ottiene un risultato unico in tutta la Liguria: è l’unica società ad aver una squadra qualificata per categoria alla fase regionale. La società gialloblù, infatti, porterà a Genova una squadra Under 13 maschile, una Under 13 femminile, una Under 14 maschile e una Under 14 femminile.

Prima delle vacanze l’Under 17, in gara 1 dei quarti di finale playoff per il titolo regionale, ha superato l’Auxilium Genova con il punteggio di 87-68. “E’ stata una partita più difficile di quanto dica il risultato finale perché dopo un ottimo primo quarto abbiamo subito la rimonta della compagine genovese e solo nell’ultimo tempo abbiamo preso il largo. A Genova sarà dura ma sono queste le gare che fanno crescere maggiormente gli atleti e speriamo di poterne disputare tante”.

L’Under 15 maschile vince ad Andora per 36-72 consolidando il primo posto a due gare dal termine della fase ad orologio. “Abbiamo disputato una discreta gara, soprattutto dopo l’intervallo lungo, che ci ha permesso di raggiungere matematicamente il primo posto nel girone. Ora, nelle ultime due giornate della fase a orologio, ci aspetta una partita impegnativa con Cairo e avremo il turno di riposo nell’ultima di campionato prima di conoscere l’avversaria dei quarti di finale dove inizieranno le partite da dentro-fuori”.

L’Under 14, nell’ultima di campionato, ha superato agevolmente l’Ospedaletti in un campionato non generoso dal punto di vista dei risultati ma ottimo per la crescita individuale di tutti. “Siamo contenti di aver disputato questo campionato con una squadra mista che ci ha permesso di crescere individualmente e siamo sicuri – concludono i dirigenti dell’Alassio – che l’impegno verrà ripagato negli anni futuri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.